Commento tecnico - martedì 18 settembre 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3358 punti (+0.37%). Anche oggi l'Eurostoxx50 ha guadagnato 12 punti. Il rialzo di corto termine continua con una regolare serie di candele verdi con minimi e massimi ascendenti. Crediamo che il movimento possa finire entro venerdì sui 3375 punti ma questa é solo una stima. Solo il punto tornante del 21 settembre pù provocare l'inversione di tendenza - gli indicatori danno finora via libera.
L'indice delle banche SX7E guadanga il +0.41% a 108.60 punti - oggi si limita a muoversi insieme all'indice - ci accontentiamo.
Il cambio EUR/USD é fermo a 1.1685 - si é formata una resistenza intermedia a 1.1725 - i traders devono tenerne conto.

Commento tecnico - lunedì 17 settembre 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3346 punti (+0.04%). L'Eurostoxx50 chiude stasera praticamente in pari grazie al sostegno del settore bancario (SX7E +1.19% a 108.16 punti). Tecnicamente non c'é nulla di nuovo. A breve l'Eurostoxx50 deve salire più in alto (ma non di molto / 25-30 punti?). A medio termine il quadro complessivo é preoccupante (MM in calo e ondate di ribasso con massimi a minimi discendenti) e un nuovo minimo annuale sembra inevitabile.
Il cambio EUR/USD sale a 1.1690 - il trading range 1.15-1.18 continua a dominare gli avvenimenti. Non ci aspettiamo un'uscita a breve.

Commento tecnico - venerdì 14 settembre 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3344 punti (+0.33%).
SX7E +0.50% a 106.89 punti
EUR/USD a 1.1650

Commento tecnico - giovedì 13 settembre 24.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3333 punti (+0.21%).
SX7E +1.06% a 106.36 punti
EUR/USD a 1.1675

Commento tecnico - mercoledì 12 settembre 24.00

Mercoledì il DAX ha chiuso a 3326 punti (+0.45%).
SX7E -0.25% a 159.63 punti
EUR/USD a 1.1635

Commento tecnico - martedì 11 settembre 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3311 punti (+0.07%). Valutiamo la seduta odierna come assolutamente neutra e tecnicamente insignificante. L'Eurostoxx50 ha svolto una seduta in trading range e termina la giornata sul livello d'apertura e con un minuscolo guadagno di 2 punti. Il recupero stasera inspirato dagli Stati Uniti é un segnale di forza ma non significa ancora che l'Eurostoxx50 parte subito al rialzo.
L'indice delle banche SX7E perde il -0.29% a 105.50 punti - una perdita insignificante sopratutto se paragonata al guadagno di ieri.
Il cambio EUR/USD é stabile a 1.1590.

Commento tecnico - lunedì 10 settembre 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3309 punti (+0.48%). Oggi l'Eurostoxx50 doveva rimbalzare da una situazione di ipervenduto. Il rimbalzo é riuscito solo in parte visto che stasera l'indice chiude lontano dal massimo giornaliero. Ha guadagnato 16 punti con un solido contributo fornito dal settore bancario (SX7E +1.55% a 105.81 punti) e dalla borsa italiana. Crediamo che ci sia bisogno un consolidamento prima che l'Eurostoxx50 possa salire in maniera sostanziale e sostenibile. Sui 3275-3300 punti conviene però comperare - ci dovrebbero essere alcuni giorni di tempo per farlo.
Il cambio EUR/USD sale a 1.1605 - la correlazione funziona e l'effetto é quello che abbiamo sottolineato ancora una volta nell'analisi del fine settimana.

Commento tecnico - venerdì 7 settembre 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3293 punti (-0.08%).
SX7E -1.29% a 104.20 punti (nuovo minimo annuale intraday a 102.89 punti)
EUR/USD a 1.1570

Commento tecnico - giovedì 6 settembre 24.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3296 punti (-0.59%).
SX7E -0.96% a 105.56 punti
EUR/USD a 1.1620

Commento tecnico - mercoledì 5 settembre 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3315 punti (-1.30%). Nell'analisi del fine settimana avevamo previsto che le borse europee sarebbero andate a testare i minimi di luglio e agosto. La caduta é però avvenuta prima del previsto ed in maniera fragorosa. Ora l'indice é ipervenduto e l'S&P500 sembra vicino ad un minimo intermedio. Di conseguenza questa settimana l'Eurostoxx50 dovrebbe toccare un minimo intermedio e dovrebbe in seguito risalire. Stimiamo che possa ancora scendere sui 3300 punti e poi deve rimbalzare. I rimbalzi sono però occasioni di vendita su un 'indice che é destinato in autunno a cadere su un nuovo minimo annuale. Al momento viene solo salvato dal settore bancario (SX7E +0.83% a 106.58 punti) che grazie ad una situazione anomala in Italia si muove in controtendenza.
Il cambio EUR/USD risale a 1.1620 - una ragione in più per credere che il minimo di questa spinta di ribasso sull'Eurostoxx50 é vicino ed imminente.

Commento tecnico - martedì 4 settembre 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3359 punti (-1.05%). Oggi sono riapparsi i problemi descritti nell'analisi di domenica. Molte monete di Paesi emergenti sono deboli e questo ha scatenato le vendite in Europa dopo una buona apertura. L'incredibile rimbalzo del settore bancario (SX7E +1.21% a 105.70 punti) provocato da un'anomalia in Italia non é bastato ad impedire una pesante perdita di 36 punti. L'Eurostoxx50 sta ritestando il supporto a 3350 punti. Sapete che avevamo previsto questa caduta ma pensavamo che solo dopo la metà di settembre l'indice poteva andare a caccia del minimo annuale. È quindi possibile che ora l'Eurostoxx50 rimbalzi ancora una volta dal supporto. Dobbiamo attendere la chiusura a Wall Street per poter valutare questa ipotesi. Ne riparliamo domani mattina.
Il cambio EUR/USD cade a 1.1565. La correlazione tra cambio e borsa continua a funzionare. Il supporto a 1.15 dovrebbe reggere. La conseguenza per l'Eurostoxx50 é ovvia.

Commento tecnico - lunedì 3 settembre 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3395 punti (+0.06%). Era ovvio fin dall'inizio che oggi non sarebbe successo niente di particolare. Con la borsa americana chiusa in occasione del Labour Day l'Eurostoxx50 si é mosso in soli 15 punti e ha chiuso praticamente invariato. Per l'analisi tecnica una seduta da dimenticare.
Il settore delle banche mostra oggi segni di vita (SX7E +0.27% a 104.44 punti). Probabilmente si tratta di un rimbalzo tecnico dopo che l'indice venerdì ha toccato un nuovo minimo annuale. Oggi non c'erano ragioni per ulteriori vendite e quindi sono bastati un paio di opportunisti in cerca di titoli otticamente a buon prezzo per far risalire l'indice.
Il cambio EUR/USD si stabilizza a 1.1620.

Commento tecnico - venerdì 31 agosto 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3393 punti (-1.11%).
SX7E -0.84% a 104.16 punti (nuovo minimo annuale)
EUR/USD a 1.1605

Commento tecnico - giovedì 30 agosto 24.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3431 punti (-0.73%).
SX7E -1.56% a 105.04 punti
EUR/USD a 1.1665

Commento tecnico - mercoledì 29 agosto 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3456 punti (+0.25%). Grazie ad un balzo di 15 punti dell'S&P500 su un nuovo massimo storico stasera l'Eurostoxx50 riesce a chiudere sul massimo giornaliero e con un modesto guadagno . L'indice recupera la perdita di ieri - una prestazione deludente se paragonata a quella degli Stati Uniti. L'Europa si ferma mentre Wall Street prosegue la sua corsa - é una situazione già vista quest'anno e che é sfociata in una importante correzione.
L'indice delle banche SX7E (+0.36% a 106.70 punti) fà il suo dovere e nulla più.
Il cambio EUR/USD lievita a 1.1700. Dove sono i guru che prevedevano quest'anno un cambio a 1 e giubilavano quando la crisi turca ha provocato un fugace vuoto d'aria fino a 1.13? Ci piacerebbe sapere ora la loro opinione. La nostra é conosciuta - uscire dal range 1.15-1.18 sarà difficile e a breve impossibile.

Commento tecnico - martedì 28 agosto 24.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3447 punti (-0.24%). Sul grafico é apparsa la prima candela rossa da giorni dopo che l'Eurostoxx50 ha toccato un nuovo massimo di periodo a 3463 punti. L'indice perde oggi 9 punti. Il rialzo si é fermato perché l'S&P500 si é bloccato a ridosso dei 2900 punti. La perdita é stata causata del calo delle azioni delle banche (SX7E -0.91% a 106.32 punti) e dalla debolezza della borsa italiana (FTSE MIB -0.85%). No comment - i soliti e conosciuti problemi permangono.
Non sappiamo se l'Eurostoxx50 sta ora consolidando o correggendo - rispetto a ieri non ne sappiamo molto di più. Aspettiamo per lo meno l'esito della seduta a Wall Street per azzardare un'ipotesi.
Il cambio EUR/USD sale a 1.1715. Oggi la borsa si é fermata mentre il cambio é salito. L'influsso della borsa americana é dominante. Non ci aspettiamo che il cambio nelle prossime settimane possa risalire sopra gli 1.18.

Commento tecnico - lunedì 27 agosto 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3456 punti (+0.83%). Le analogie tra la situazione attuale e quella di inizio luglio si moltiplicano. L'Eurostoxx50 non mostra segni di stanchezza e "tallona" la borsa americana. Preferiamo ora attendere segnali di un massimo imminente prima di prevedere l'inizio di una correzione. A luglio l'Eurostoxx50 aveva avuto un consolidamento a partire dai 3475 punti prima di continuare a salire - meglio non escludere questa eventualità molto bullish visto che l'indice non é ancora ipercomperato e teoricamente ha spazio verso l'alto. L'indice delle banche SX7E (+0.65% a 107.30 punti) fatica in fondo al plotone ma segue.
Il cambio EUR/USD sale a 1.1675. La correlazione positiva tra cambio e borsa é evidente e continua a funzionare. Il cambio ha spazio per salire fino a 1.18...

Commento tecnico - venerdì 24 agosto 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3427 punti (+0.24%).
SX7E +0.05% a 106.61 punti
EUR/USD a 1.1620

Commento tecnico - giovedì 23 agosto 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3319 punti (-0.03%). Oggi l'Eurostoxx50 ha svolto una seduta in trading range. Si é mosso in soli 14 punti e ha chiuso invariato e 3 punti sopra il minimo. La minuscola candela sul grafico si vede appena. Tecnicamente non abbiamo nulla di nuovo da dire. L'Eurostoxx50 si é fermato sull'obiettivo ma non sappiamo ancora se sta accumulando o distribuendo. Dovendo scommettere punteremo sul ribasso ma sappiamo benissimo che per questo c'é bisogno la collaborazione di Wall Street. Le banche (SX7E -0.34% a 106.56 punti) non bastano.
Il cambio EUR/USD scende a 1.1560. C'é ora una resistanza intermedia sugli 1.16-1.1620. A medio termine potrebbe formarsi una potente testa e spalle rialzista. La premessa é un lungo movimento laterale (due mesi) sopra gli 1.15.

Commento tecnico - mercoledì 22 agosto 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3420 punti (+0.25%). L'Eurostoxx50 ha guadagnato oggi altri 9 punti ma é rimasto sotto i 3425 punti. La candela verde sul grafico e il nuovo massimo di periodo a 3429 punti ci dicono però che il rimbalzo non é ancora finito. Vediamo forti analogie tra la situazione attuale e quella di inizio luglio. La differenza sostanziale é la situazione tecnica dell'S&P500 che deve correggere - questo dovrebbe obbligare anche l'Europa a scendere. Nell'incertezza é però meglio attendere per aprire posizioni short. Non c'é nessun indicatore in posizione estrema che suggerisca l'arrivo di una nuova ondata di vendite. Negli ultimi 12 mesi l'Eurostoxx50 ha perso il -0.49% - in pratica da mesi non sta andando da nessuna parte. Le MM in calo ci dicono però che al momento prevale una leggera tendenza ribassista. Il settore bancario (SX7E +0.14% a 106.92 punti) oggi non ha fornito spunti particolari.
Il cambio EUR/USD é salito fino a 1.1623 e torna stasera a 1.1590. Il trading range a 1.15-1.18 torna a funzionare e dovrebbe ancora bloccare il cambio per settimane.

Commento tecnico - martedì 21 agosto 24.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3411 punti (+0.53%).
SX7E +1.45% a 106.77 punti
EUR/USD a 1.1570

Commento tecnico - lunedì 20 agosto 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3393 punti (+0.61%). Avevamo previsto che l'Eurostoxx50 poteva risalire al massimo fino ai 3400 punti. Oggi ha toccato un massimo a 3405 punti e poi é ricaduto una decina di punti ed ha chiuso. I problemi persistono - oggi la borsa italiana ha ancora mostrato debolezza relativa e l'indice delle banche SX7E (+0.10% a 105.24 punti) arranca in fondo al plotone. Non siamo sicuri che il rimbalzo dell'Eurostoxx50 si fermerà qui perché esiste la possibilità che l'S&P500 (2858 punti) salga ancora a testare il massimo annuale a 2872 punti. In questo caso l'Eurostoxx50 potrebbe tornare sui 3425 punti. In seguito ci aspettiamo però un altro serio attacco al supporto a 3350 punti.
Il cambio EUR/USD lievita a 1.1450. Il rimbalzo dal minimo annuale a 1.13 doveva far risalire il cambio almeno a 1.15. Se il cambio sale anche l'Eurostoxx50 dovrebbe ancora guadagnare qualche punto. Questo significa che un trader long deve chiudere la posizione a 3400 punti. Per andare short bisogna invece ancora aspettare.

Commento tecnico - venerdì 17 agosto 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3373 punti (-0.14%).
SX7E -0.76% a 105.14 punti
EUR/USD a 1.1440

Commento tecnico - giovedì 16 agosto 24.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3377 punti (+0.55%).
SX7E +0.25% a 105.94 punti
EUR/USD a 1.1380

Commento tecnico - mercoledì 15 agosto 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3359 punti (-1.48%). Wow - la correzione é ripresa in maniera inattesa e spettacolare. Dopo il fallito tentativo di rimbalzo di ieri i ribassisti sono tornati oggi all'attacco e hanno fatto cadere l'indice sul nostro obiettivo a 3350 punti (minimo a 3349 punti). Stasera l'indice chiude poco sopra a 3359 punti con una pesante perdita di 50 punti. L'indice é quasi ipervenduto e potrebbe tentare di stabilizzarsi su questo livello. Crediamo però che scenderà piu in basso perché la correzione in America sembra prendere vigore solo adesso. I rialzisti possono consolarsi con la buona prestazione relativa dell'indice delle banche SX7E (-1.08% a 105.67 punti) - potrebbe però essere solo la conseguenza della chiusura della borsa italiana - quindi é meglio stare a guardare e non basarsi su questa divergenza positiva per tentare un long in controtendenza. I 3350 punti sono un ovvio supporto. Se da qui l'indice non rimbalza con vigore é probabile che ci debba ancora essere un tuffo fino ai 3275-3300 punti. Oggi i volumi erano in aumento malgrado la giornata di festa in alcuni Paesi europei compresi parte della Svizzera e della Germania. 
Il cambio EUR/USD cade a 1.1330 - il minimo giornaliero e nuovo minimo annuale é a 1.13 - l'obiettivo a 1.12 si avvicina velocemente. Sugli 1.12 potrebbe anche concretizzarsi il minimo di questa correzione sull'Eurostoxx50 - ricordatevi la strana correlazione EUR-borse europee che sembra ancora funzionare egregiamente.

Commento tecnico - martedì 14 agosto 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3409 punti (-0.01%). Oggi l'Eurostoxx50 si é fermato mentre il settore bancario (SX7E -0.60% a 106.82 punti) ha continuato la sua discesa e ha toccato un nuovo minimo annuale. Un tentativo di rimbalzo é fallito. Per il resto c'é poco da dire visto che stasera l'Eurostoxx50 chiude invariato.
Il cambio EUR/USD cade su un nuovo minimo annuale a 1.1340. In teoria l'EUR in calo avrebbe dovuto corrispondere ad un Eurostoxx50 in perdita. Sta cambiando qualcosa? La correlazione non funziona più? Oppure riprenderà a funzionare domani obbligando l'Eurostoxx50 a scendere più in basso? Non basta una giornata per trarre delle conclusioni e rispondere a queste domande. Ne riparliamo domani.

Commento tecnico - lunedì 13 agosto 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3409 punti (-0.48%). Oggi la correzione é continuata trascinata dal settore bancario (SX7E -1.78% a 107.46 punti / nuovo minimo annuale a 106.49 punti!) che é caduto su un nuovo record negativo. Graficamente questo minimo apre la strada verso il basso. Il cambio USD/TRY é salito oggi ancora del +7.8% e lentamente le aziende turche indebitate in USD dovrebbero annunciare gravi problemi che andranno dall'insolvenza alla vendita alla disperata di beni per coprire la voragine dei debiti che si sta aprendo. Le banche spagnole, francesi, tedesche e italiane sono particolarmente esposte al problema che al momento é difficilmente quantificabile. Nel dubbio gli investitori vendono. Solo se la Turchia alzasse i tassi d'interesse o introducesse dei controlli sui cambi e l'esportazione dei capitali la TRY (Lira turca) potrebbe recuperare in maniera sostenibile.
La correzione continua. Manteniamo il nostro obiettivo a 3350 punti.
Il cambio EUR/USD é risalito a 1.1430 ma ricade stasera a 1.1400. Tentativo di stabilizzazione ?

Commento tecnico - venerdì 10 agosto 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3426 punti (-1.94%).
SX7E -3.23% a 109.41 punti
EUR/USD a 1.1410

Commento tecnico - giovedì 9 agosto 24.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3494 punti (+0.02%).
SX7E -0.45% a 113.06 punti
EUR/USD a 1.1530

Commento tecnico - mercoledì 8 agosto 24.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3493 punti (-0.31%).
SX7E -0.45% a 113.57 punti
EUR/USD a 1.1610

Commento tecnico - martedì 7 agosto 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3504 punti (+0.60%). Era logico aspettarsi presto o tardi una reazione positiva dell'Eurostoxx50 dopo che la borsa americana sale da giorni. L'indice ha aperto a 3492 punti e si ferma stasera 12 punti più in alto - non é molto e mostra che i rialzisti sono timorosi e si ritirano al primo segnale di pericolo. Riteniamo che l'Eurostoxx50 debba distribuire tra i 3475 ed i 3525 punti in attesa che l'S&P500 esaurisca la spinta di rialzo. Poi potrà correggere anche se non ci aspettiamo nulla di consistente- solo una correzione minore mentre le tendenza di fondo dovrebbe rimanere neutra.
L'indice delle banche europee SX7E (+0.73% a 114.08 punti) si comporta meglio dell'Eurostoxx50 ma questo non ci sembra rilevante ma piuttosto casuale.
Il cambio EUR/USD risale a 1.1595. Questa correlazione positiva tra borsa e EUR é strana e inconsueta - dovrebbe essere un effetto momentaneo dovuto a ragioni psicologiche  (fiducia nell'UE). Normalmente é il contrario. Il cambio sembra voler difendere il range 1.15 (1.1508) - 1.18 (1.1851).

Commento tecnico - lunedì 6 agosto 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3483 punti (+0.03%). Questi 3480 punti stanno ormai diventando una persecuzione. Erano il nostro obiettivo principale del rialzo di corto termine iniziato a giugno. Il problema é che una volta raggiunto l'obiettivo il mercato si é semplicemente fermato. L'Eurostoxx50 ha provato a salire e settimana scorsa ha provato a correggere. Ora si é stabilizzato e l'esito della seduta odierna é sintomatico per un mercato ormai bloccato dall'afa estiva.
L'indice delle banche SX7E (-0.31% a 113.25 punti) torna a scendere. Da questo settore non ci aspettiamo impulsi positivi - al massimo sorprese negative. Tra i 110 ed i 117 punti l'indice a breve può muoversi liberamente.
Il cambio EUR/USD é fermo a 1.1560. Il calo sembra essersi fermato su un minimo a 1.1530 senza cercare un test del supporto a 1.1510.

Commento tecnico - venerdì 3 agosto 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3482 punti (+0.38%).
SX7E +0.44% a 113.60 punti
EUR/USD a 1.1570

Commento tecnico - giovedì 2 agosto 24.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3469 punti (-1.14%).
SX7E -2.09% a 113.10 punti
EUR/USD a 1.1580

Commento tecnico - mercoledì 1. agosto 24.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3509 punti (-0.46%).
SX7E -1.04% a 115.52 punti
EUR/USD a 1.1665

Commento tecnico - martedì 31 luglio 24.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3525 punti (+0.38%).
SX7E +1.29% a 116.73 punti
EUR/USD a 1.1705

Commento tecnico - lunedì 30 luglio 24.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3512 punti (-0.42%).
SX7E +0.26% a 115.24 punti
EUR/USD a 1.1705

Commento tecnico - venerdì 27 luglio 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3527 punti (-0.51%).
SX7E +1.07% a 114.94 punti
EUR/USD a 1.1650

Commento tecnico - giovedì 26 luglio 24.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3509 punti (+1.18%). Trump, Junker e Draghi hanno oggi spinto le borse europee al rialzo. L'Eurostoxx50 ha guadagnato 40 punti e chiude stasera sul massimo giornaliero e nuovo massimo di periodo. In teoria dovrebbe esserci domani una continuazione verso l'alto. Malgrado che il nostro obiettivo a 3480-3500 punti non sia stato superato di molto questa accelerazione al rialzo ci lascia perplessi e ci fà temere che la previsione di una correzione a partire dal livello attuale possa essere sbagliata (rileggete a questo riguardo il commento di mercoledì 18 luglio). L'indice non é ipercomperato e se in effetti la guerra commerciale con gli Stati Uniti é risolta ci possono essere i presupposti per una continuazione del rialzo e di una chiusura del gap tra le borse europee e quella americana. L'indice delle banche SX7E (+0.97% a 113.72 punti) si é mosso come il resto del mercato.
Il cambio EUR/USD é sceso a 1.1660 dopo le dichiarazioni di Mario Draghi - un aumento dei tassi d'interesse europei é possibile solo nel 2019.

Commento tecnico - mercoledì 25 luglio 24.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3468 punti (-0.43%).
SX7E -0.57% a 112.63 punti
EUR/USD a 1.1730

Commento tecnico - martedì 24 luglio 19.00

Martedì l'Eurostoxx50  ha chiuso a 3483 punti (+0.85%). Stamattine le borse europee sono partite al rialzo grazie a buoni dati economici dalla Germania e la notizia che la Cina vuole stimolare la crescita economica. L'Eurostoxx50 a metà giornata era a 3490 punti e poi si é mosso in laterale fino alle 16.40 quando ha toccato il massimo giornaliero a 3494 punti. Infine si é in parte sgonfiato e ha perso 11 punti tornando su quei 3480 punti che da parecchio tempo costituiscono il nostro punto di riferimento. Difficile dire se l'Eurostoxx50 sta ricominciando a salire al termine del consolidamento. Oggi ha toccato un nuovo massimo mensile e quindi questa é un'eventualità da non scartare. Abbiamo però l'impressione che le borse europee non abbiano potenziale di rialzo e che alla prima notizia negativa ricadranno.
L'indice delle banche europee SX7E balza oggi del +2.23% a 113.27 punti. Le borse viaggiano a corrente alternata e oggi gli speculatori hanno comperato banche invogliati dai buoni risultati trimestrali di UBS. Il problema é che domani potrebbero cambiare idea - questi movimenti non sono sostenibili e duraturi. 
Il cambio EUR/USD é fermo a 1.1690.

Commento tecnico - lunedì 23 luglio 24.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3454 punti (-0.17%). Oggi sul grafico appare un piccolo doji - l'Eurostoxx50 si é mosso in pochi punti  e ha aperto e chiuso sullo stesso livello. Inoltre ha svolto una seduta nel range di venerdì e questo rende la perdita di 6 punti insignificante. L'Eurostoxx50 é semplicemente fermo e non sembra volere correggere ma semplicemente consolidare sopra i 3425 punti. Questo non significa necessariamente che dopo deve ricominciare a salire. Potrebbe aver bisogno un'ultimo tentativo di rialzo prima di poter scendere decisamente più in basso. La situazione tecnica é poco chiara. 
L'indice delle banche SX7E guadagna il +0.63% a 110.80 punti.
Il cambio EUR/USD scivola a 1.1690.

Commento tecnico - venerdì 20 luglio 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3460 punti (-0.33%).
SX7E -0.17% a 110.11 punti
EUR/USD a 1.1720

Commento tecnico - giovedì 19 luglio 24.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3471 punti (-0.39%). L'Eurostoxx50 ha avuto una seduta negativa ma non vediamo ancora nessun motivo per preoccuparsi. L'indice ha perso 14 punti - la metà di quanto ha guadagnato ieri. Dopo una buona apertura l'Eurostoxx50 é semplicemente scivolato verso il basso senza pressione di vendita - quella odierna sembra solo una seduta negativa come conseguenza di una situazione di ipercomperato. La borsa non può sempre solo salire - quando raggiunge delle resistenze ci sono delle reazioni. Non abbiamo ancora nessun segnale di vendita - potrebbe essere iniziata una correzione ma non abbiamo nessun tipo di conferma.
L'indice delle banche SX7E (-0.43% a 110.30 punti) perde come il resto del mercato.
Il cambio EUR/USD ha avuto un vuoto d'aria fino a 1.1575 ma ha poi recuperato a 1.1650. Anche a livello di cambi non notiamo segnali di pericolo.

Commento tecnico - mercoledì 18 luglio 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3485 punti (+0.80%). Grazie a tre impulsi coordinati (rialzo in America, tassi d'interesse in calo, EUR debole) oggi l'Eurostoxx50 ha guadagnato 28 punti e ha raggiunto l'obiettivo a 3480 punti. Sullo slancio l'indice potrebbe guadagnare ancora qualche punto ma per mantenere la serie di massimi discendenti iniziata a maggio non deve risalire sui 3525 punti ma fermarsi sui 3480-3500 punti prima di cominciare a correggere. Secondo i normali parametri tecnici (RSI) l'indice non é ipercomperato. Confidiamo però nell'America e nella correlazione tra America ed Europa (con una certa sottoperformance da parte dell'Europa) per una prossima inversione di tendenza.
L'indice delle banche SX7E (+0.11% a 110.77 punti) marcia sul posto e potrebbe rappresentare il tallone d'Achille di questo mercato.
Il cambio EUR/USD scende a 1.1630 - il calo é modesto e il cambio resta lontano dall'importante e solido supporto a 1.15 - é però abbastanza per aiutare il mercato azionario sia psicologicamente sia matematicamente visto che EUR giù significa quasi automaticamente Eurostoxx50 su.

Commento tecnico - martedì 17 luglio 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3457 punti (+0.24%). Alle 16.00 il capo della FED Powell ha iniziato la sua testimonianza davanti al congresso. La borsa americana é decollata e quelle europee docili hanno seguito. L'Eurostoxx50 guadagna oggi 8 punti - pensiamo che abbia iniziato la fase di esaurimento in direzione dei 3480 punti.
L'indice delle banche SX7E perde il -0.41% a 110.65 punti - ieri abbiamo scritto che non ci aspettavamo che l'indice potesse allontanarsi sostanzialmente dai 110 punti. L'effetto Deutsche Bank é già sparito.
Il cambio EUR/USD cade a 1.1660 - Powell prevede un graduale aumento dei tassi d'interesse (niente di nuovo) e una robusta crescita economica - l'USD si rafforza. Questi mercati sono proprio dominati dalle emozioni. Gli investitori reagiscono come topi ammaestrati. Purtroppo questi rally sono spesso dei fuochi di paglia.

Commento tecnico - lunedì 16 luglio 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3449 punti (-0.16%). Oggi é stata una seduta noiosa che ha ripetuto l'andamento di venerdì con la piccola e insignificante differenza di una leggera perdita. Notate le 3 MM in lenta discesa - un'impennata dell'Eurostoxx50 fino ai 3480-3500 punti sembra ancora possibile nel caso in cui a New York l'S&P500 cercasse ancora di superare la resistenza a 2800 punti. Sul medio termine però il mercato sembra decisamente puntare verso il basso.
Oggi l'indice delle banche SX7E rimbalza del +0.43% a 111.10 punti - non crediamo che l'indice possa staccarsi sostanzialmente dai 110 punti.
Il cambio EUR/USD sale a 1.1710. Chi prevede un minimo annuale sotto gli 1.15 può aspettare e sperare...

Commento tecnico - venerdì 13 luglio 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3454 punti (+0.26%).
SX7E +0.03% a 110.62 punti
EUR/USD a 1.1670

Commento tecnico - giovedì 12 luglio 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3445 punti (+0.68%). Oggi le borse europee dovevano rimbalzare. L'Eurostoxx50 in effetti ha riguadagnato 23 punti ma sinceramente ci aspettavamo qualcosa di più. Se come pensiamo questo é unicamente un rimbalzo tecnico l'indice deve risalire alcora due giorni ma restare sotto i 3480 punti.
Ci preoccupa il comportamento del settore bancario che oggi é riuscito ancora a perdere terreno (SX7E -0.04% a 110.59 punti) malgrado che sugli schermi predominasse la luce verde. Con tassi d'interesse stabili questa debolezza é incomprensibile. 
Il cambio EUR/USD scivola a 1.1690 - nulla da segnalare.

Commento tecnico - mercoledì 11 luglio 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3422 punti (-1.47%). È sempre difficile prevedere quando un rialzo di corto termine deve finire. Spesso esistono le premesse tecniche ma ci vogliono giorni prima che delle notizie negative invitino i rialzisti a prese di beneficio e i ribassisti ad un affondo. Oggi l'Eurostoxx50 é caduto pesantemente e ha perso quello che aveva precedentemente guadagnato in una settimana. Peccato - all'obiettivo a 3500 punti mancavano solo 20 punti. L'Eurostoxx50 chiude stasera sul minimo giornaliero e molto probabilmente deve continuare a scendere. Non sappiamo ancora se abbiamo a che fare con un problema serio o se ci sarà ancora un tentativo di rimonta verso i 3500 punti. Molto dipende ora dalla tenuta della borsa americana - ne parliamo domani mattina. L'indice delle banche SX7E (-1.72% a 110.63 punti) scende come il resto del mercato - la perdita accentuata é normale e dipende dal Beta del settore superiore a 1. Il minimo annuale é a 107.40 punti. C'é ancora parecchio margine di manovra.
Il cambio EUR/USD é stabile a 1.1720. Cambi e tassi d'interesse sulle maggiori monete non si muovono. Per questa ragione crediamo che le borse possono correggere ma non crollare. Bisogna però tenere d'occhio i vistosi cedimenti di alcune monete di Paesi emergenti come la Lira turca.

Commento tecnico - martedì 10 luglio 24.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3473 punti (+0.37%). L'Eurostoxx50 ha ripetuto la seduta di ieri. Chiude stasera al centro del range giornaliero, poco sopra il livello d'apertura e con un moderato guadagno di 13 punti. I rialzisti non dominano ma fanno costanti progressi. A livello tecnico non cambia nulla - a un certo punto l'eccesso di rialzo e le resistenze provocheranno l'inizio di una correzione - la nostra stima di un massimo intorno ai 3500 punti non cambia.
L'indice delle banche SX7E (-1.02% a 112.57 punti) ha un netto cedimento che potrebbe segnalare la presenza di problemi per il trend. Ieri abbiamo parlato di obiettivo e resistenza a 116 punti. Ovviamente l'obiettivo é solo teorico visto che é decisamente troppo lontano. Vediamo tutti che l'Eurostoxx50 dovrebbe guadagnare un +1% mentre all'SX7E manca un +3% - un movimento di questo tipo é improbabile. Tra teoria e pratica l'investitore deve trovare un giusto equilibrio.
Il cambio EUR/USD é stabile a 1.1730.

Commento tecnico - lunedì 9 luglio 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3460 punti (+0.35%). Le borse europee continuano a fare progressi - non entusiasmanti ma costanti. L'Eurostoxx50 oggi ha aperto e chiuso sullo stesso livello con un guadagno di 12 punti - durante la giornata i rialzisti non hanno fatto progressi ma sono riusciti a difendere il guadagno iniziale e questo é positivo. Sul grafico appare un'altra candela con minimo e massimo ascendenti. Il rialzo di corto termine continua e per ora non appare nessuna divergenza e nessun ostacolo in grado di fermarlo - questo significa che il nostro obiettivo a 3500 punti verrà raggiunto. Poi vedremo - molto dipende dagli Stati Uniti e dai cambi. L'indice delle banche SX7E (+0.51% a 113.73 punti) oggi ha fatto meglio dell'Eurostoxx50 ma la differenza non é significativa. A corto termine obiettivo e resistenza si trovano a 116 punti.
Il cambio EUR/USD sale a 1.1745 - ha toccato un massimo giornaliero a 1.1790 - questo mostra chiaramente la presenza di una resistenza a 1.18. Non ci aspettiamo una rottura al rialzo ma piuttosto una continuazione del consolidamento a 1.15-1.18.

Commento tecnico - venerdì 6 luglio 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3448 punti (+0.22%).
SX7E +0.13% a 113.15 punti
EUR/USD a 1.1740

Commento tecnico - giovedì 5 luglio 24.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3440 punti (+0.84%).
SX7E +1.49% a 113.00
EUR/USD a 1.1690

Commento tecnico - mercoledì 4 luglio 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3412 punti (+0.17%). Con la borsa americana chiusa in occasione della festa dell'indipendenza oggi l'Eurostoxx50 doveva marciare sul posto. In effetti si é mosso in soli 17 punti e la chiusura con un guadagno di 6 punti sembra casuale. L'Eurostoxx50 si é mosso nel range del giorno precedente. Tecnicamente non c'é nulla di nuovo da segnalare.
L'indice delle banche SX7E guadagna il +0.65% a 111.34 punti.
Il cambio EUR/USD é stabile a 1.1640.

Commento tecnico - martedì 3 luglio 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3406 punti (+1.01%). Il buon comportamento della borsa americana e la notizia che la coalizione in Germania é intatta ha provocato oggi in Europa una seduta di rialzo. Tecnicamente questa é la logica reazione al fatto che l'Eurostoxx50 non riusciva a scendere sotto i 3350 punti e doveva risalire e distribuire. Oggi é rimbalzato ma non ci sono motivi per entusiasmarsi. L'indice ha aperto a 3382 punti ed é salito sul massimo 3420 punti verso le 14.00. Poi fino a stasera é scivolato verso il basso senza reazioni o accelerazioni. Termina la giornata a 3406 punti con un guadagno di 32 punti - probabilmente nelle prossime sedute può ancora guadagnare una ventina di punti. Questa però é solo una stima poiché molto dipende dagli Stati Uniti, dai cambi e dalle notizie del momento. Sappiamo unicamente che l'indice deve distribuire fino a metà mese e poi cadere. Preferiamo non indicare un obiettivo del rimbalzo poiché esistono troppe varianti.
L'indice delle banche SX7E (+0.84% a 110.62 punti) sottoperforma. I tassi d'interesse non si muovono e quindi é ovvio che da questo settore non vengono stimoli particolari.
Il cambio EUR/USD recupera a 1.1650. A corto termine le oscillazioni del cambio dipendono dalla fiducia o meno nei governi e istituzioni europei. Questo vale nel range 1.15-1.18. Per uscire da questo range ci vorrà un cambiamento a livello fondamentale.

Commento tecnico - lunedì 2 luglio 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3372 punti (-0.69%). Nessuno dovrebbe essere sorpreso dalla perdita odierna di 23 punti. Ormai da giorni l'Eurostoxx50 si muove tra i 3350 (3360) ed i 3400 punti e stasera l'indice si é fermato ancora in questo range, sul livello d'apertura e lontano dal minimo giornaliero a 3345 punti toccato stamattina verso le 09.30. Pensiamo che questa fase di distribuzione possa durare ancora una decina di sedute ma bisogna restare flessibili. Dopo parecchi tentativi andati a vuoto di bucare il supporto sui 3350 punti i rialzisti potrebbero momentaneamente ritirarsi e lasciare lo spazio ad un rimbalzo più consistente. D'altra parte se l'S&P500 buca i 2700 punti con anticipo é probabile che l'Eurostoxx50 ricomincia a scendere prima del dovuto.
L'indice delle banche SX7E perde il -0.68% a 109.70 punti. Oggi ha toccato un minimo a 107.69 punti - vi ricordiamo che il minimo annuale é 107.40 punti. Un'accelerazione al ribasso sembra solo una questione di tempo.
Il cambio EUR/USD ricade a 1.1610. Un brutto scivolone che sembra preparare un altro test del supporto a 1.15 (minimo annuale a 1.1508).

Commento tecnico - venerdì 29 giugno 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3395 punti (+0.89%).
SX7E +0.82% a 110.45 punti
EUR/USD a 1.1685

Commento tecnico - giovedì 28 giugno 24.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3365 punti (-0.93%). Non ci aspettavamo questa perdita ma in fondo l'Eurostoxx50 non ha fatto nulla di particolare. Si é mosso nel range del giorno precedente e ha chiuso con una perdita di 32 punti ma ancora tra quei 3360-3400 punti che doveva mantenere in questa fase di pausa e di distribuzione. L'indice delle banche SX7E (+0.13% a 109.55 punti) mostra finalmente una reazione da ipervenduto e dovrebbe permettere al mercato di restare ancora qualche giorno sul livello attuale prima che la correzione possa continuare.
Il cambio EUR/USD é fermo a 1.1580.

Commento tecnico - mercoledì 27 giugno 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3397 punti (+0.84%). Stamattina abbiamo osservato sorpresi e stupiti la caduta dell'Eurostoxx50 fino ai 3340 punti. Avevamo sbagliato la nostra analisi o stava sbagliando chi ancora vendeva? Abbiamo avuto ragione noi. Forse abbiamo solo avuto fortuna ma la borsa dalle 11.00 ha recuperato come da previsioni, l'Eurostoxx50 é risalito fino ai 3426 punti e dopo le 16.00 é ricaduto a 3397 punti. L'indice guadagna 29 punti e si assesta nel range che ci aspettavamo in questo rimbalzo e fase di distribuzione. 
L'indice delle banche SX7E (-0.44% a 109.41 punti) ha ancora perso terreno e probabilmente é stata la causa del sell off iniziale. L'indice é crollato fino ad un minimo giornaliero e nuovo minimo annuale a 107.40 punti. Poi ha recuperato ma la strada verso il basso é aperta.
Il cambio EUR/USD cade a 1.1585 ma resta ampiamente nel range 1.15-1.18.

Commento tecnico - martedì 26 giugno 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3368 punti (-0.01%). Difficile dire qualcosa di sensato quando l'Eurostoxx50 chiude in pari. In linea di massima quella odierna é stata però una prestazione deludente. L'Eurostoxx50 ha toccato un nuovo minimo a 3363 punti e non ha difeso la buona apertura. Dopo il crollo di ieri ha fallito una buona possibilità di rimbalzo. Dovrebbe restare tra i 3360 ed i 3400 punti fino a venerdì. Poi il ribasso dovrebbe riprendere.
L'SX7E perde il -0.31% a 109.89 punti - il minimo annuale a 109.30 punti senza una consistente reazione. Nei prossimi giorni potrà esserci un rimbalzo ma nulla più.
Il cambio EUR/USD scivola a 1.1670 ma non subisce danni tecnici.

Commento tecnico - lunedì 25 giugno 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3369 punti (-2.10%). Giovedì avevamo scritto in quale direzione si sarebbe sviluppato l'Eurostoxx50. Il rimbalzo di venerdì sembrava aver rimandato la caduta all'inizio del mese di luglio. Il crollo odierno mostra chiaramente che troppi problemi si sono accumulati sul tappeto e la pressione di vendita ha rotto la diga costituita dal supporto a 3400 punti. L'obiettivo a 3275 punti é stato attivato.
L'indice delle banche SX7E cade del -2.10% a 110.23 punti. Il problema della borsa non sembra essere il settore finanziario. Sono più le tensioni politiche e la guerra commerciale scatenata dagli Stati Uniti a preoccupare gli investitori. Nel commento tecnico di venerdì scorso avevamo però affermato che le banche non avrebbero costituito l'ancora di salvezza dell'Eurostoxx50 e oggi é arrivata puntuale la conferma. Ricordiamo che il minimo annuale é a 109.30 punti. Sotto si apre il baratro.
Il cambio EUR/USD risale a 1.1700 - per noi questa non é una sorpresa.

Commento tecnico - venerdì 22 giugno 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3441 punti (+1.12%).
SX7E +1.22% a 112.60 punti (performance settimanale +0.55%)
EUR/USD a 1.1660

Commento tecnico - giovedì 21 giugno 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3403 punti (-1.05%). Pensavamo che oggi l'Eurostoxx50 potesse recuperare terreno. Invece le borse europee, trascinate verso il basso del FTSE MIB,  sono ricadute e l'Eurostoxx50 é tristemente tornato sul supporto a 3400 punti. Ha toccato un minimo a 3395 punti ed é brevemente rimbalzato in chiusura. Ora le probabilità si sono decisamente spostate in favore di una rottura al ribasso. In questo caso dovrebbe a corto termine esserci una spinta di ribasso di circa 125 punti - il calcolo é presto fatto - l'Eurostoxx50 deve cadere a 3275 punti e testare il minimo annuale. Se domani non succede un miracolo e l'Eurostoxx50 rimbalza dal supporto a 3400 punti, si apre la strada verso il basso.
L'indice delle banche SX7E (-1.38% a 111.26 punti) oggi si muove come il resto del listino (se non peggio) e non riesce a frenare la caduta.
L'unico motivo di speranza proviene dall'EUR. Il cambio EUR/USD é crollato a 1.1509 eguagliando il minimo annuale di fine maggio. La reazione é stata però violenta e decisa e stasera il cambio risale a 1.16. Forse la borsa tenterà domani di comportarsi alla stessa maniera.

Commento tecnico - mercoledì 20 giugno 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3439 punti (+0.13%). Oggi ci aspettavamo una reazione positiva dell'Eurostoxx50. Siamo in parte delusi visto che l'Eurostoxx50 chiude stasera sul minimo giornaliero e salva solo un piccolo guadagno di 4 punti. Questo debole rimbalzo lascia aperta la possibilità che l'Eurostoxx50 voglia ancora provare a bucare il supporto a 3400 punti. Per fortuna che il settore bancario lancia segnali molto incoraggianti. Oggi l'indice SX7E sale del +0.77% a 112.80 punti malgrado che i tassi d'interesse non si siano mossi. Questo ci suggerisce che a corto termine l'Eurostoxx50 potrebbe risalire e assestarsi sui 3500 punti.
Il cambio EUR/USD si ferma a 1.1590 - per fortuna...  

Commento tecnico - martedì 19 giugno 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3435 punti (-0.90%). È andata meglio di quanto molti si aspettavano. Stamattina l'Eurostoxx50 é caduto fino ai 3410 punti senza avvicinare il supporto a 3400 punti. Poi ha recuperato e stasera si é fermato 25 punti più in alto con un sorprendente settore bancario in guadagno (SX7E +0.29% a 111.94 punti). È evidente che si sta verificando una correzione minore - basta osservare il grafico per notare le tre ultime solide candele rosse. Le prime due hanno però unicamente compensato quella bianca di giovedì e quella di ieri non sembra aver fatto seri danni. Ora però ci vuole una reazione positiva per stabilizzare l'Eurostoxx50 tra i 3400 ed i 3600 punti. In caso contrario il nostro indicatore proprietario di stocastica passerà su sell.
Il cambio EUR/USD scende a 1.1580. Questo calo non ci piace - il cambio é però rimasto sopra il minimo di ieri a 1.1530 e di conseguenza, fino a prova contraria, abbiamo unicamente a che fare con un consolidamento sopra gli 1.15.

Commento tecnico - lunedì 18 giugno 24.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3466 punti (-1.09%). Oggi l'Eurostoxx50 ha avuto un'altra giornata negativa. Con questa seconda seduta con una perdita di 39 punti il rally di giovedì é stato annullato - si conferma così la nostra valutazione e previsione. Peccato che non abbiamo usato questo balzo sopra i 3500 punti per aprire posizioni short. Per ora non abbiamo ancora segnali di vendita anche se nell'immediato sono ovviamente i ribassisti ad aver preso l'iniziativa. Supporto é sui 3400 punti - a corto termine non vediamo ragioni per una rottura al ribasso.
L'indice delle banche SX7E (-0.32% a 111.62 punti) oggi si comporta relativamente bene. Un livello da monitorare sono i 110 punti - non sono un chiaro supporto ma un livello psicologicamente importante che farà scattare i campanelli d'allarme dei traders.
Il cambio EUR/USD lievita a 1.1630 - deve esserci un lungo consolidamento tra gli 1.16 e gli 1.18.

Commento tecnico - venerdì 15 giugno 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3505 punti (-0.63%).
SX7E -1.88% a 111.98 punti
EUR/USD a 1.1610

Commento tecnico - giovedì 14 giugno 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3527 punti (+1.37%). La BCE ha lasciato i tassi d'interesse invariati e ha prolungato il QE fino a fine anno. Da settembre la somma dedicata all'acquisto di titoli di Stato verrà ridotta da 30 a 15 Mia di EUR. Come al solito Mario Draghi ha ripetuto che l'EUR é irreversibile e che la BCE farà di tutto per raggiungere i suoi obiettivi di crescita e inflazione. Questo é bastato a dare una frustata alle borse anche se il balzo odierno sembra più una reazione tecnica di breve durata che qualcosa di più importante e sostenibile. L'Eurostoxx50 é balzato a 3527 punti, ha superato il nostro obiettivo a 3500 punti e chiude stasera vicino al massimo giornaliero. Con la manipolazione odierna il mercato dovrebbe già essere "ripulito" dai derivati di giugno e fino a venerdì non ci aspettiamo più che l'Eurostoxx50 venga risucchiato verso l'alto da questo effetto.
Notiamo che il cambio EUR/USD é caduto a 1.1632 (-1.36%) - la correlazione inversa funziona e i due effetti si compensano. Il cambio non dovrebbe scendere decisamente più in basso e l'Eurostoxx50 non dovrebbe salire molto più in alto.
Notiamo un altro effetto interessante. L'indice delle banche SX7E scende (!) del -0.21% a 114.13 punti. Tassi d'interesse in calo e la prospettiva che restino su questo livello almeno per ancora un anno pesano sui titoli bancari. Questo effetto dovrebbe persistere.

Commento tecnico - mercoledì 13 giugno 24.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3479 punti (+0.11%). Altra giornata di pausa per l'Eurostoxx50. Gli investitori sono in attesa dell'esito delle riunioni delle banche centrali e per il momento non prendono iniziative. Le MM si stanno riunendo sui 3500 punti - questo é per il momento il valore di equilibrio dell'Eurostoxx50.
L'indice delle banche SX7E perde il -0.51% a 114.37 punti - il settore mostra sempre debolezza relativa e questo ci preoccupa in relazione alle prospettive a medio termine per le borse europee.
Il cambio EUR/USD é fermo a 1.18.

Commento tecnico - martedì 12 giugno 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3475 punti (-0.13%). L'Eurostoxx50 ha esordito con un balzo fino a 3490 punti. Poi però é tornato sui suoi passi e dopo un'ora di contrattazioni era nuovamente in apri. Fino a stasera é poi oscillato in laterale senza combinare più nulla. Tecnicamente si é trattato di una seduta neutra e senza particolari segnali.
L'indice delle banche SX7E (-0.03% a 114.96 punti) é rimasto fermo.
Anche il cambio EUR/USD (1.1790) non si é mosso.

Commento tecnico - lunedì 11 giugno 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3480 punti (+0.95%). Oggi gli investitori misteriosamente hanno nuovamente cambiato opinione e hanno comperato Italia e banche - un miracolo o una pura manipolazione del mercato effettuata da un manipolo di potenti e decisi traders? Non lo sappiamo e non importa. In fondo la borsa si comporta come previsto e l'Eurostoxx50 si dirige verso l'obiettivo a 3500 punti. L'unico problema dal nostro punto di vista é che la spinta odierna é stata possente ed ha avuto una chiara leadership (SX7E +2.83% a 114.99 punti) - stasera l'indice chiude sul massimo giornaliero e con un buon guadagno di 33 punti. Normalmente una seduta del genere ha una continuazione e 20 punti fino ai 3500 punti sono relativamente pochi.
Il cambio EUR/USD torna a 1.1790 dopo un massimo stamattina a 1.1820. Gli 1.18 hanno bloccato questo rimbalzo.

Commento tecnico - venerdì 8 giugno 19.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3447 punti (-0.36%). Oggi c'é stata un'altra seduta negativa in quello che dovrebbe essere un debole rialzo con scarso potenziale. La distribuzione sotto l'obiettivo a 3500 punti continua. Allacciamo le cintura di sicurezza preparandoci al momento in cui l'America inizierà a correggere.
L'indice delle banche SX7E é debole (-1.04% a 111.82 punti) - é evidente che si prepara una crisi del sistema finanziario europeo. La BCE avrà da fare.
Il cambio EUR/USD scivola a 1.1785 ma resta vicino agli 1.18.

Commento tecnico - giovedì 7 giugno 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3458 punti (-0.15%). L'Eurostoxx50 ha aperto baldanzoso e sullo slancio é salito a 3490 punti. Sulla soglia dei 3500 punti é stato ancora una volta respinto verso il basso e chiude stasera con una leggera perdita. Le borse europee non salgono malgrado i segnali positivi provenienti dall'America. Temiamo il momento in cui il rialzo in America finirà. L'indice delle banche SX7E sale a 113 punti (+0.49%) - l'indice approfitta del rialzo dei tassi d'interesse in Europa. Se abbiamo ragione per quel che riguarda la nostra previsione sul Bund questo effetto positivo deve sparire a breve.
Il cambio EUR/USD sale a 1.1810. Il massimo giornaliero é stato a 1.1840. Una continuazione del rimbalzo in direzione degli 1.20+ é possibile ma poco probabile. La tendenza di fondo sta passando al ribasso e quindi questo rimbalzo non dovrebbe superare un 50% della precedente spinta di ribasso. Se la tendenza invece resta neutra il rimbalzo potrebbe essere del 62% con potenziale massimo a 1.2060.

Commento tecnico - mercoledì 6 giugno 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3460 punti (+0.12%). Anche oggi c'é stata una seduta senza direzione - l'Eurostoxx50 ha chiuso sul livello d'apertura. Nel corso della giornata é sceso fino a 3434 punti - ieri era salito. A fine giornata rimane un piccolo guadagno di 4 punti - ieri c'era stata una modesta perdita. A livello tecnico non c'é nulla di nuovo. Le borse europee salgono seguendo a distanza e a fatica l'America.
L'indice delle banche SX7E rimbalza del +1.05% a 112.45 punti - una chiara conseguenza di un rialzo dei tassi d'interesse sull'EUR.
Anche il cambio EUR/USD reagisce positivamente ai tassi e ad un momento di calma sul fronte degli spreads . Sale a 1.1775 e deve a breve raggiungere l'obiettivo a 1.18. Potrebbe in seguito salire fino a 1.20+ ma questo sarebbe un ritracciamento superiore al 50% - in teoria se la tendenza di fondo passa al ribasso il rimbalzo dovrebbe fermarsi prima.

Commento tecnico - martedì 5 giugno 24.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3456 punti (-0.37%). Questa shooting star sul grafico in concomitanza con un massimo giornaliero a 3497 punti ispira poca fiducia. Per lo meno l'indice non ha chiuso sul minimo giornaliero e sul livello d'apertura creando un pericoloso gravestone doji. Lasciando da parte le strane definizioni delle candele giapponesi l'Eurostoxx50 ha avuto una seduta negativa che contrasta con il buon comportamento della borsa americana. Sono bastate un paio di dichiarazioni della nuova dirigenza italiana a mettere in subbuglio il settore finanziario (SX7E -2.12% a 111.28 punti) e far scendere le borse dopo lo zenit raggiunto intorno alle 13.00. La perdita di 13 punti non é importante. L'Eurostoxx50 però non riesce a salire - se non sale cadrà (pesantemente) appena l'America avrà esaurito la spinta di rialzo. Avremmo voglia di andare short ma temporalmente é ancora troppo presto. Ci aspettiamo alcuni giorni di distribuzione sui 3500 punti.
Il cambio EUR/USD lievita a 1.17. L'EUR non cede e questo é positivo - significa almeno che le borse europee per ora dovrebbero reggere.

Commento tecnico - lunedì 4 giugno 24.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3469 punti (+0.46%). La seduta é stata positiva ma poco convincente. L'Eurostoxx50 ha aperto con un balzo a 3480 punti, Ha toccato un massimo a 3485 punti e poi é scivolato stancamente per ore verso il basso. Dopo un minimo verso le 16.40 a 3464 punti ha chiuso a 2469 punti con un guadagno di 16 punti. L'Eurostoxx50 ha trascorso tutta la giornata in positivo ma i rialzisti non hanno dominato. Gli investitori sono selettivi. Hanno comperato Spagna (IBEX +1.22%) e venduto Italia (FTSE MIB -0.45%) - una chiara decisione politica. L'obiettivo a 3500 punti fissato nell'analisi del fine settimana sembra troppo vicino ma dopo aver osservato questa seduta preferiamo non cambiarlo. Anche le banche (SX7E +0.23% a 113.69 punti) non hanno convinto.
Il cambio EUR/USD é stabile a 1.1690.

Commento tecnico - venerdì 1. giugno 19.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3453 punti (+1.38%).
SX7E +2.81% a 113.43 punti
EUR/USD a 1.1680

Commento tecnico - giovedì 31 maggio 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3406 punti (-1.00%). Donald Trump impone tariffe sulle importazioni negli Stati Uniti per acciaio ed alluminio. Si vocifera che questa misura verrà estesa alle auto. Il rimbalzo di ieri é stato soffocato da questa notizia negativa e le borse europee sono nuovamente crollate dopo un buon inizio di seduta. L'Eurostoxx50 cade su un nuovo minimo e prosegue la correzione. Lunedì abbiamo previsto che un minimo significativo sarebbe stato toccato a 3400 o 3360 punti. Non cambiamo opinione. Gli indici sono ormai in ipervenduto e la notizia era prevista da tempo. Passato il primo effetto psicologico le borse europee dovrebbero recuperare insieme a Wall Street.
L'indice delle banche SX7E perde ancora il -1.00% a 110.33 punti (minimo a 109.30 punti !). La nostra posizione short aperta a fine dicembre 2016 a 115 punti é stata chiusa oggi a 110 punti con un guadagno di +4.35% - ad un certo momento, all'inizio di quest'anno, stavamo perdendo più del 24% !. La RSI é a 14 punti - preparatevi ad un possente rimbalzo tecnico appena la BCE apre la bocca e annuncia un probabile prolungamento del QE.
Il cambio EUR/USD si ferma a 1.1670 dopo essere rimbalzato fino a 1.1724. Poteva andare peggio...

Commento tecnico - mercoledì 30 maggio 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3441 punti (+0.38%). Difficile giudicare se questo é l'inizio dell'atteso sostanziale rimbalzo tecnico. Oggi abbiamo notato un generale rilassamento. Gli spreads sono scesi, l'EUR é risalito, la borsa italiana é rimbalzata del +2.09% con il solido sostegno delle azioni delle banche e i beni rifugio tipo CHF e Bund hanno corretto. Il mercato tira un sospiro di sollievo ma non é ancora detto che il peggio sia passato. L'Eurostoxx50 chiude 5 punti sotto il massimo giornaliero raggiunto stamattina in tarda mattinata. Sarebbe stato meglio una salita costante e una chiusura sul massimo. I volumi di titoli tratti erano nella media. Anche qui sarebbe stato meglio avere maggiore partecipazione.
L'indice delle banche SX7E perde -0.12% a 112.18 punti. Una seduta negativa ma tutto sommato non male visto che l'indice chiude lontanissimo dal minimo a 110.19 punti  e vicino al massimo giornaliero. Non é però stato un key reversal day. Per questo mancano volumi e una chiusura in (netto) guadagno.
Il cambio EUR/USD rimbalza a 1.1660 - finalmente !

Commento tecnico - martedì 29 maggio 24.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3428 punti (-1.56%). L'Eurostoxx50 ha perso altri 54 punti. La crisi italiana ci sembra una tempesta in un bicchier d'acqua almeno per quel che riguarda le conseguenze finanziarie. Le borse europee stanno correggendo ed é difficile capire quando potrebbero toccare un minimo. Sono le emozioni a dominare - la paura e l'incertezza stimola le vendite e mette i compratori sulla difensiva. L'Eurostoxx50 é caduto sotto le MM a 50 e 200 giorni ed é lentamente in ipervenduto. L'indice delle banche europee SX7E perde il -4.43% a 112.31 punti - ha toccato un minimo a 111.39 punti - c'é supporto a 112 punti. Una perdita giornaliera del genere denota panico.
Un minimo é imminente. Potrebbero però ancora esserci uno o due giorni di vendite. Poi deve seguire per lo meno un sostanziale rimbalzo come a febbraio.
Il cambio EUR/USD crolla a 1.1535. Non c'é una ragione fondamentale per questa caduta - é solo un problema di fiducia. Il supporto di medio termine a 1.16 é caduto. La tendenza di fondo sta passando al ribasso. Un rimbalzo delle borse deve corrispondere ad una risalita del cambio. Gli 1.20 sembrano ora lontani anche perché il momentum del ribasso é aumentato invece che diminuire.

Commento tecnico - lunedì 28 maggio 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3482 punti (-0.93%). La crisi politica italiana si aggrava e il nervosismo dilaga in Europa. Ovviamente le vendite coinvolgono l'Eurostoxx50 che oggi é caduto fino a 3473 punti per poi recuperare sul finale. Abbiamo ora quattro candele rosse con minimo e massimo discendenti - la tendenza a corto termine é al ribasso mentre quella a medio termine é ancora al rialzo - un rompicapo anche perché il calo ha ragioni emotive e poco razionali. L'assenza oggi degli investitori americani e anglosassoni potrebbe aver ampliato il movimento di ribasso che é avvenuto con pochi volumi.
L'indice delle banche SX7E precipita del -1.67% a 117.51 punti. La strada verso il basso é aperta fino ai 112 punti. Attenzione però che l'ipervenduto può provocare in qualsiasi momento un veloce, dinamico e sostanziale rimbalzo tecnico.
Il cambio EUR/USD é sceso su un nuovo minimo annuale a 1.1607 e si trova stasera a 1.1630. La tendenza a corto termine é al ribasso e l'atteso rimbalzo tecnico non si concretizza. Fino a quando il Bund sale, lo spread si impenna e l'EUR scende le borse cadranno più in basso. Chi più (FTSE MIB, PSI 20), chi meno (SMI oggi +0.19%) ...

Commento tecnico - venerdì 25 maggio 19.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3515 punti (-0.18%).
SX7E -1.86% a 119.51 punti
EUR/USD a 1.1665

Commento tecnico - giovedì 24 maggio 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3521 punti (-0.57%). Stamattina l'Eurostoxx50 é salito fino ai 3560 punti - un caso? Poi é lentamente ridisceso a verso le 14.50 era nuovamente in pari. Poi le borse sono cadute poiché Donald Trump ha annullato il previsto incontro con il dittatore della Corea del Nord Kim Jong-un. L'Eurostoxx50 é precipitato fino a 3507 punti e poi é rimbalzato ed ha chiuso a 3521 punti. Non ci aspettavamo questa seconda seduta decisamente negativa. La reazione ci sembra eccessiva e ingiustificata. Ora però si sta verificando una correzione - pensiamo che si tratti solo di una correzione minore di al massimo tre giorni causata da alcune notizie negative. Non sembra essere un'inversione di tendenza. Rispetto a ieri la perdita é minore e ancora una volta ci sono stati acquisti sul finale.
L'indice delle banche SX7E perde il -1.34% a 121.78 punti. Il prossimo supporto é a 120 punti. Dovrebbe reggere e provocare un ampio rimbalzo. A medio-lungo termine é però meglio evitare investimenti in questo settore. In estate prevediamo una caduta fino a 112 punti.
Il cambio EUR/USD risale a 1.1730 - crediamo che stia iniziando l'atteso rimbalzo in direzione degli 1.20+. Per lo meno oggi non c'é stato un nuovo minimo. Se il cambio sale sopra gli 1.18 verrà risucchiato fino a 1.20.

Commento tecnico - mercoledì 23 maggio 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3542 punti (-1.27%). L'Eurostoxx50 oggi ha perso 45 punti - tanti ma poteva andare peggio. Stasera l'Eurostoxx50 chiude 12 punti sopra il minimo - non possiamo dire con sicurezza che é iniziata una correzione poiché i segnali sono ancora contraddittori. L'Eurostoxx50 é caduto sotto i 3560 punti, base dalla quale si era verificata un'accelerazione al rialzo che aveva portato l'Eurostoxx50 a sfiorare l'obiettivo a 3600 punti. Una rottura di 18 punti in una seduta nervosa come quella odierna non é abbastanza per spingerci a dare un segnale di vendita.
L'indice delle banche europee SX7E cade del -1.49% a 123.44 punti. Questo é un preoccupante nuovo minimo annuale. L'indice si é però mosso in linea con l'Eurostoxx50 e chiude decisamente sopra il minimo giornaliero a 122.84 punti.
Il cambio EUR/USD crolla a 1.17 - oggi ha toccato un minimo annuale a 1.1685. Il sentiment é pessimo e normalmente l'EUR dovrebbe rimbalzare. La crisi politica italiana (se si può parlare di crisi...) mantiene però la pressione al ribasso.

Commento tecnico - martedì 22 maggio 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3587 punti (+0.41%). L'Eurostoxx50 si é mosso nel range di settimana scorsa. Con un guadagno di 14 punti ha confermato i progressi già annunciati ieri. L'indice é nuovamente a ridosso del nostro obiettivo a 3600 punti ma non abbiamo nessun segnale di vedita o nessuna importante divergenza. Il rialzo può continuare anche se ora conviene tenere gli occhi aperti e osservare con attenzione se scorgiamo delle crepe nel movimento che possano indicare l'imminenza di un inversione di tendenza.
Oggi l'indice delle banche SX7E (+1.52% a 125.31 punti) é in forte recupero.
Il cambio EUR/USD é fermo a 1.1785 - il sentiment é pessimo - tutti scommettono al ribasso sull'EUR e per questa ragione siano convinti che un rimbalzo in direzione degli 1.20 é imminente.

Commento tecnico - lunedì 21 maggio 19.00

Oggi l'Eurostoxx50 ufficialmente non ha trattato poiché numerose borse europee, tra cui quella tedesca, erano chiuse in occasione di Pentecoste. Teoricamente stasera l'Eurostoxx50 vale 3582 punti.
Il cambio EUR/USD é stasera a 1.1770 dopo aver toccato stamattina un nuovo minimo annuale a 1.1717.

Commento tecnico - venerdì 18 maggio 19.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3573 punti (-0.51%).
SX7E -1.72% a 124.41 punti
EUR/USD a 1.1780

Commento tecnico - giovedì 17 maggio 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3592 punti (+0.82%). Finalmente - malgrado che la tendenza del mercato fosse ancora al rialzo l'Eurostoxx50 per giorni non si era mosso dai 3560-3565 punti e noi cominciavamo a perdere la pazienza e la fiducia. Oggi invece l'Eurostoxx50 é balzato di 30 punti e chiude stasera sul massimo giornaliero e nuovo massimo a 90 giorni. Il nostro obiettivo a 3600 punti é ormai vicino mentre l'Eurostoxx50 entra in ipercomperato. Domani potrebbe esserci un massimo significativo di medio periodo.
Come ieri il settore bancario (SX7E +0.04% a 126.59 punti) frena. Siamo sorpresi che l'Eurostoxx50 riesca a salire malgrado la zavorra delle banche.
Il cambio EUR/USD rimbalza a 1.1805. Il primo rimbalzo é stato subito venduto. Questo dovrebbe essere più lento ma "migliore" nel senso che il cambio dovrebbe tornare a 1.20+ per restarci.

Commento tecnico - mercoledì 16 maggio 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3562 punti (-0.04%). Per il quarto giorno consecutivo l'Eurostoxx50 marcia sul posto. Si é mosso tra i 3551 ed i 3567 e ha terminato la seduta con una insignificante perdita di 2 punti. Questa pausa, che lascia la situazione tecnica invariata, é noiosa ed al contempo irritante. 
L'indice delle banche SX7E crolla del -2.27% a 126.54 punti. La crisi politica italiana comincia a dilagare nel sistema finanziario europeo. Il settore bancario é sotto pressione ma il resto del mercato sembra finora ignorare il problema.
Il cambio EUR/USD cade a 1.1785 dopo aver toccato un minimo a 1.1763. Ci sono le premesse per un altro rimbalzo tecnico in direzione degli 1.20. Cruciale per il trend sarà l'intensità di questo rimbalzo - se sale sopra gli 1.20 la tendenza dominante resta neutra. In caso contrario l'EUR é destinato a scendere a medio termine decisamente più in basso.

Commento tecnico - martedì 15 maggio 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3564 punti (-0.04%). Per il terzo giorno consecutivo l'Eurostoxx50 oscilla in pochi punti e non si muove. Non abbiamo nulla di nuovo da dire.
L'indice delle banche europee SX7E (-0.09% a 129.48 punti) é attaccato al resto del mercato.
Il cambio EUR/USD cade fino a 1.1820 e poi recupera a 1.1870. Gli investitori si agitano sui cambi mentre lasciano in pace la borsa. Ci sono forti movimenti tellurici su monete periferiche come il Peso Argentino, la Lira Turca o il Rand Sudafricano. Sembra prepararsi una crisi sui mercati emergenti. Al momento le borse sono immuni. Probabilmente gli investitori restano fedeli a quei mercati che sembrano ancora solidi e con economie in crescita.

Commento tecnico - lunedì 14 maggio 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3565 punti (+0.01%). Stasera non abbiamo nulla da dire. Ormai é una settimana che l'Eurostoxx50 non si muove. Formalmente il trend é ancora al rialzo ma l'indice non riesce più a fare progressi. I progressi a Wall Street vengono compensati del recupero dell'EUR.
L'indice delle banche europee SX7E (-0.25% a 129.60 punti) perde qualcosa ma la diferenza non é significativa.
Stasera il cambio EUR/USD si ferma a 1.1975 dopo aver toccato un massimo a 1.1996. Gli 1.20 sono resistenza. Ci dovrebbe essere un tentativo di superarla.

Commento tecnico - venerdì 11 maggio 19.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3565 punti (-0.12%). Nelle ultime 4 sedute l'Eurostoxx50 ha marciato sul posto. Oggi ha svolto una insignificante seduta in trading range al termine della quale ha perso 4 punti. La tendenza é ancora al rialzo ma evidentemente é in perdita di momentum. Come ci aspettavamo il recupero dell'EUR frena il movimento. Bisognerà vedere se in queste condizioni l'Eurostoxx50 sarà in grado di raggiungere i 3600 punti prima di cambiare tendenza.
L'indice delle banche SX7E ha guadagnato il +0.31% a 129.93 punti - non c'é più un evidente rapporto tra le oscillazioni dell'Eurostoxx50 ed i movimenti del settore finanziario. L'indice SX7E ha accumulato negli ultimi 3 medi un 3% di ritardo e si trova ancora sotto la MM a 200 giorni in calo. Questa debolezza relativa non sembra però in grado di influenzare in maniera determinante il mercato azionario europeo.
Il cambio EUR/USD sale a 1.1955. Il rimbalzo tecnico in direzione degli 1.20 continua.

Commento tecnico - giovedì 10 maggio 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3569 punti (-0.00%). Stasera l'Eurostoxx50 chiude invariato. L'indice é caduto fino ai 2549 punti ma poi ha recuperato. Verso le 10.00 ha toccato un nuovo massimo marginale a 90 giorni a 3574 punti. La situazione tecnica é invariata.
L'indice delle banche SX7E guadagna il +0.36% a 129.53 punti, Non diamo peso a questa modesta sovraperformance.
L'atteso rimbalzo tecnico é iniziato - il cambio EUR/USD risale a 1.1925.

Commento tecnico - mercoledì 9 maggio 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3569 punti (+0.33%). Come pensavamo il calo di eri é stata una insignificante e normale seduta negativa all'interno di un rialzo. Stasera l'Eurostoxx50 chiude sul massimo giornaliero e nuovo massimo a 90 giorni - lo spazio verso l'alto é aperto. La prossima resistenza si trova sui 3600 punti.
L'indice delle banche europee (SX7E +0.55% a 129.07 punti) oggi si comporta bene e possiamo archiviare la debolezza delle ultime sedute come un problema che non sarà in grado di bloccare la scalata dell'Eurostoxx50.
Il cambio scende a EUR/USD a 1.1855. Preparatevi ancora questa settimana ad un robusto rimbalzo tecnico. Vedremo come si comporterà la borsa in questo frangente. Se incassa il rafforzamento dell'EUR senza reagire significa che il rialzo é robusto e ha ancora potenziale.

Commento tecnico - martedì 8 maggio 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3557 punti (-0.18%). Oggi l'Eurostoxx50 perde 7 punti. Ogni tanto in qualsiasi rialzo può esserci una seduta negativa e questa non ha nulla di particolare. L'Eurostoxx50 chiude stasera lontano dal minimo giornaliero e tecnicamente ha semplicemente svolto una seduta in trading range. Non c'é nessuna ragione per allarmarsi.
L'unico motivo d'inquietudine é la debolezza relativa del settore bancario (SX7E -0.53% a 128.36 punti) e l'improvvisa caduta dell'EUR (EUR/USD a 1.1870). Oggi non é stato l'USD a rafforzarsi ma l'EUR a perdere terreno. C'é un problema in Europa ?
A livello tecnico il cambio EUR/USD a 1.1870 é decisamente ipervenduto - la psicologia é estremamente negativa - con queste premesse un forte ed improvviso rimbalzo tecnico sopra gli 1.20 é nell'aria.

Commento tecnico - lunedì 7 maggio 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3564 punti (+0.50%). Oggi l'Eurostoxx50 ha guadagnato altri 14 punti e chiude su un nuovo massimo a 60 giorni. Il rialzo continua e le ragioni le abbiamo spiegate nell'analisi del fine settimana. Non siamo in grado di dire quando questo movimento sarà alla fine. Gli indicatori di ipercomperato in casi del genere non fanno effetto e la tradizionale correlazione con l'America per ora non funziona.
L'indice delle banche europee SX7E (+0.11% a 129.05 punti) é in difficoltà. Forse questa é una conseguenza del calo dei tassi d'interesse. In genere l'Eurostoxx50 non va lontano senza la finanza...
Il cambio EUR/USD é caduto fino a 1.1897 e torna stasera a 1.1930. Per ora i ribassisti dominano e riscono ad imporre con regolarità un nuovo minimo. A 1.19 i rialzisti dovrebbero nuovamente tentare una reazione. Devono far risalire il cambio sopra gli 1.20 per riprendere il controllo della situazione e poter imporre una pausa.

Commento tecnico - venerdì 4 maggio 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3550 punti (+0.61%).
SX7E +0.04% a 128.91 punti
EUR/USD a 1.1950

Commento tecnico - giovedì 3 maggio 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3529 punti (-0.69%). L'Eurostoxx50 ha perso oggi 24 punti. È la logica conseguenza dell'attesa caduta dell'S&P500 a 2600 punti e del fatto che il cambio EUR/USD si é stabilizzato. Questa seduta negativa non significa ancora niente. L'Eurostoxx50 é caduto dopo aver raggiunto l'ipercomperato - per ora sembra solo una normale reazione e l'inizio di un breve consolidamento.
L'indice delle banche SX7E (-1.44% a 128.86 punti) cade piuttosto pesantemente. Vedremo se questo é un episodio isolato o se domani si ripete.
Il cambio EUR/USD é fermo a 1.1970. Oggi non si é verificata l'abituale caduta nel pomeriggio. Forse la pressione di vendita proveniente dagli Stati Uniti sta sparendo.

Commento tecnico - mercoledì 2 maggio 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3553 punti (+0.50%). L'Eurostoxx50 é salito stamattina alle 10.00 sul massimo a 3557 punti. Poi si é stranamente fermato. Stranamente perché intorno lui c'é stato parecchio movimento. DAX e FTSE MIB hanno ancora guadagnato terreno, il cambio EUR/USD é improvvisamente caduto sotto gli 1.20 e la borsa americana stasera é in calo.
Dettagli a parte l'Eurostoxx50 ha raggiunto l'obiettivo a 3550 punti e lentamente entra in ipercomperato. La divergenza con l'America ci lascia perplessi e non sappiamo come si risolverà - forse é solo una conseguenza di un assestamento dovuto al cambio.
Tecnicamente il rialzo di corto termine é intatto ma parecchio esteso. Ci aspettiamo a breve l'inizio di un consolidamento o una correzione. 
L'indice delle banche europee SX7E (+0.51% a 130.74 punti) si muove in mezzo alla corrente.
Il cambio EUR/USD é sceso fino a 1.1953 e torna stasera a 1.1970. Per ora si tratta di una marginale e normale rottura del supporto a 1.20 che rientra nella norma. La forza dell'USD sorprende e probabilmente é una conseguenza dell'incremento dei tassi d'interesse a breve. Forse questo movimento finirà stasera dopo la seduta della FED.

Commento tecnico - martedì 1. maggio 19.00

Oggi la borsa é rimasta chiusa in occasione della festa del lavoro.

Commento tecnico - lunedì 30 aprile 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3536 punti (+0.50%). L'Eurostoxx50 ha trascorso la maggior parte della giornata sui 3520-3525 punti. Si é impennato solo sul finale quando il cambio EUR/USD ha perso un -0.4% - i due movimenti sembrano correlati. Per la prima volta da febbraio l'Eurostoxx50 torna sopra la MM a 200 giorni (linea rossa) e sale nella parte superiore del range 3500-3550 punti. Pensiamo che nei prossimi giorni il rialzo di corto termine si debba fermare. Poi vedremo se segue un consolidamento o una correzione. Considerando la costellazione tecnica generale favoriamo la variante della correzione ma per ora non abbiamo segnali negativi e quindi evitiamo posizioni short. L'indice delle banche SX7E (+0.34% a 130.08 punti) si muove in mezzo alla corrente.
Il cambio EUR/USD a scende a 1.2075. C'é chi vede sul grafico un'inversione di tendenza e prevede un ribasso con primo obiettivo a 1.19. Per noi la tendenza di fondo é neutra e fino a prova contraria siamo convinti che il supporto a 1.20 reggerà. Forse questa fase di debolezza finirà già sugli 1.2060...

Commento tecnico - venerdì 27 aprile 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3518 punti (+0.36%).
SX7E +0.18% a 129.64 punti
EUR/USD a 1.2125

Commento tecnico - giovedì 26 aprile 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3506 punti (+0.58%). Il rimbalzo iniziato ieri é continuato oggi grazie alla seduta positiva a Wall Street. L'Eurostoxx50 ha approfittato poco delle dichiarazioni di Mario Draghi che come al solito ha dipinto un quadro ottimistico dell'economia. Da giorni l'Eurostoxx50 si muove intorno ai 3500 punti - questo sembra un semplice consolidamento ma se a breve l'indice non ricomincia a salire rischia una caduta di una cinquantina di punti.
L'indice delle banche SX7E oggi ha perso il -0.11% a 129.88 punti. La BCE ha lasciato i tassi d'interesse invariati e intende matenere una politca monetari espansiva con bassi tassi d'interesse ancora er parecchio tempo. I reddidelle obbligazioni in EUR sonoscesi e con ovvia reazione le azioni delle banche hanno reagito negativamente.
Il cambio EUR/USD ha definitivamente rotto il supporto a 1.22 e si dirige come atteso verso gli 1.20 - stasera é già a 1.2110. La borsa non sembra approfittare della debolezza  dell'EUR - forse perché più che debolezza di EUR si tratta di forza di USD.

Commento tecnico - mercoledì 25 aprile 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3485 punti (-0.71%). Oggi l'Eurostoxx50 ha reagito alla caduta della borsa di New York e ha avuto una seduta negativa. Per ora il calo non ha fatto nessun danno - l'indice chiude lontano dal minimo giornaliero e con una perdita di soli 25 punti - stamattina si poteva temere peggio. D'altra parte questo calo ha cancellato i progressi delle precedenti 5 sedute e quindi questa spinta di ribasso non é da sottovalutare - sembra una normale seduta negativa ma é meglio aspettare di vedere cosa succede domani prima di archiviarla con un'alzata di spalle. L'indice delle banche SX7E perde il -1.16% a 130.05 punti. Appena il vento é cambiato gli speculatori hanno cominciato a scappare...
Il cambio EUR/USD scende a 1.2175. Questa rottura del supporto a 1.22 é importante. Vediamo alcuni movimenti significativi a livello di tassi d'interesse e cambi che discuteremo domani mattina nel commento tecnico. Come anticipato da settimana la rottura del supporto a 1.22 dovrebbe far cadere il cambio fino a 1.20 ma non di più. In teoria l'indebolimento dell'EUR dovrebbe aiutare le borse europee.

Commento tecnico - martedì 24 aprile 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3510 punti (-0.06%). L'Eurostoxx50 ha toccato un nuovo massimo mensile a 3523 punti. Ha però chiuso in pari e al centro del range giornaliero. In pratica si é trattato di una seduta senza significati tecnici particolari. Non c'é nessun segnale che suggerisca la fine del rialzo e la presenza di un massimo intermedio - d'altra parte l'Eurostoxx50 fatica a fare ulteriori sostanziali progressi. Oggi neanche il settore bancario (SX7E -0.30% a 131.58 punti) é riuscito a dare impulsi positivi.
Il cambio EUR/USD difende a denti stretti il supporto a 1.22. Stasera é stabile a 1.2225.

Commento tecnico - lunedì 23 aprile 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3515 punti (+0.54%). L'Eurostoxx50 ha ignorato la debolezza delle ultime due sedute di settimana scorsa a New York ed é riuscito oggi a guadagnare altri 21 punti. Il rialzo continua e si dimostra più robusto del previsto. Avevamo previsto che l'Eurostoxx50 poteva salire a 3500-3550 punti ma questa scollatura tra Europa ed America ci sorprende. Forse una conseguenza dell'ormai evidente divergenza a livello di politica monetaria e fiscale? Possibile visto che anche l'EUR sta perdendo terreno. Stasera l'Eurostoxx50 chiude sul massimo giornaliero e quindi sembra che nei prossimi giorni l'indice possa salire più in alto. Al momento non c'é nessuna evidente barriera che può fermarlo (ipercomperato o resistenza) prima dei 3550 punti.
L'indice delle banche SX7E guadagna il +1.06% a 131.97 punti. In America le azioni delle banche scendono malgrado buoni risultati trimestrali. In Europa salgono malgrado i moniti di BCE e FMI - strano...
Il cambio EUR/USD cade a 1.2220. C'é un attacco al supporto a 1.22 che potrebbe cadere. In questo caso il cambio dovrebe scendere fino a 1.20 dando un'ulteriore spinta alle borse europee.
Questo rialzo dell'Eurostoxx50 non ci convince ma non c'é assolutamente nessuna ragione per sfidarlo vendendo.

Commento tecnico - venerdì 20 aprile 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3494 punti (+0.22%).
SX7E +0.38% a 130.58 punti
EUR/USD a 1.2385

Commento tecnico - giovedì 19 aprile 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3486 punti (-0.12%). La piccola candela rossa sul grafico segna la momentanea fine del rialzo e l'inizio di un consolidamento. Oggi l'Eurostoxx50 ha perso 4 punti - niente. Gli oscillatori hanno però cominciato a scendere e quindi nei prossimi giorni l'attività dei venditori deve aumentare. Il consolidamento potrebbe anche solo essere una pausa sui 3475 punti. Temiamo però che possa essere di più e di conseguenza per qualche giorno consigliamo prudenza.
L'indice delle banche SX7E (+0.55% a 130.09 punti) oggi si é mosso controcorrente. È una conseguenza dell'aumento dei tassi d'interesse.
Il cambio EUR/USD si stabilizza a 1.2340. Ormai sui cambi succede poco e comiciamo ad annoiarci nel ripetere monotonamente insulsi commenti. Fino a quando non ci sarà un'uscita dal range 1.22-1.25 c'é poco da dire. Per ora non vediamo all'orizzonte nessuna possibilità di un sostanziale movimento.

Commento tecnico - mercoledì 18 aprile 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3490 punti (+0.37%). L'accelerazione al rialzo di ieri, confermata ieri sera a New York, ha avuto oggi una logica continuazione. L'Eurostoxx50 ha guadagnato altri 12 punti. Non siamo ancora in grado di dire fino a quando e fino a dove durerà questa spinta di rialzo. Ora non ci sono più seri ostacoli fino ai massimo annuale. Il nostro obiettivo a 3500-3550 punti non é però ancora stato raggiunto. Non osiamo però più dire che un massimo intermedio é imminente senza prima osservare un qualche segnale di debolezza. La candela odierna con minimo e massimo ascendente e il raggiungimento di un nuovo massimo mensile non ci forniscono però motivi.
L'indice delle banche SX7E (+0.48% a 129.38 punti) ha cancellato l'impressione negativa lasciata ieri muovendosi oggi insieme al resto del mercato.
Il cambio EUR/USD é stabile a 1.2375.

Commento tecnico - martedì 17 aprile 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3478 punti (+1.07%). In origine l'obiettivo di questa spinta di rialzo si situava a 3500-3550 punti. In questo contesto la spinta odierna é ovvia e giustificabile. Non é però così che avevamo previsto l'inizio di questa settimana. Tra ieri e oggi doveva iniziare una correzione ed invece oggi l'Eurostoxx50 si invola, raggiunge un nuovo massimo mensile e chiude vicino al massimo giornaliero con volumi di titoli trattati in aumento. l'Eurostoxx50 sembra preparare un'accelerazione al rialzo e non sembra voler esaurire la spinta sui 3475-3500 punti.
Stasera siamo confusi - ci sembra improbabile che domani l'Eurostoxx50 venga respinto verso il basso dalla resistenza a 3475 punti. Preferiamo attendere l'esito della seduta di Wall Street e dormirci sopra prima di prendere decisioni affrattate.
L'indice delle banche SX7E (+0.59% a 128.76 punti) stasera si muove in fondo al plotone.
Il cambio EUR/USD torna a 1.2345. Il cambio non mostra la minima intenzione di voler abbandonare a breve il range 1.22-1.25.

Commento tecnico - lunedì 16 aprile 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3441 punti (-0.20%). Ci sono dei giorni al termine dei quali non si sa veramente cosa dire. L'Eurostoxx50 oggi é oscillato tra i 3435 ed i 3455 punti e ha chiuso al centro del range con una trascurabile perdita di 7 punti.
Possiamo solo annotare che il massimo di venerdì a 3467 punti non é stato migliorato - l'ipotesi che questo sia un massimo intermedio é ancora valida.
L'indice delle banche SX7E ha guadagnato il +0.16% a 128.00 punti. La differenza non é abbastanza grande da essere significativa.
Il cambio EUR/USD lievita a 1.2375. Un movimento senza importanza.

Commento tecnico - venerdì 13 aprile 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3448 punti (+0.12%).
SX7E +0.23% a 127.80 punti
EUR/USD a 1.2330

Commento tecnico - giovedì 12 aprile 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3444 punti (+0.71%). L'Eurostoxx50 ha subito recuperato la perdita di ieri e stasera chiude su un nuovo massimo mensile marginale a 3450 punti. Ora l'indice é a contatto con la fascia di resistenza intermedia a 3450-3475 punti. Dovrebbe riuscire a superarla - forse già domani. Salire decisamente più in alto sarà difficile. Gli oscillatori ci dicono che nel corto termine l'aria si fà rarefatta. Anche oggi i volumi di titoli trattati erano modesti.
Oggi le azioni delle banche si sono comportate bene e meglio del resto del mercato (SX7E +1.01% a 127.51 punti). Sono finiti però i tempi quando il settore finanziario faceva la differenza.
Il cambio EUR/USD ha fermato la sua corsa ed é tornato a 1.2320.

Commento tecnico - mercoledì 11 aprile 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3419 punti (-0.55%). Sotto una pioggia di notizie negative oggi l'Eurostoxx50 si é scontrato contro la resistenza intermedia a 3450 punti di metà marzo ed ha avuto una seduta negativa. Non vediamo ancora nulla che possa mettere in dubbio l'ipotesi rialzista. La candela odierna sul grafico é sulla MM a 200 giorni - non si tratta quindi di una falsa rottura al rialzo.
L'indice delle banche SX7E (-0.67% a 126.24 punti) non fornisce impulsi particolari.
Il cambio EURUSD sale a 1.2380 - forse oggi la forza dell'EUR ha finalmente cominciato a pesare sull'Eurostoxx50.

Commento tecnico - martedì 10 aprile 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3438 punti (+0.70%). L'Eurostoxx50 ha guadagnato altri 26 punti. È stata una seduta poco spettacolare - l'indice ha aperto sui 2440 punti e si é praticamente seduto ad aspettare che la giornata finisse. Questo é però esattamente quello che temevamo e ci aspettavamo - per questo che giovedì scorso abbiamo chiuso la posizione short. L'Eurostoxx50 non ritraccia e continua lentamente a salire in uno stillicidio di segnali positivi ma nessun forte segnale d'acquisto. Questo comportamente può continuare fino al nostro obiettivo incurante di tutte le notizie positive o negative provenienti da Russia, Siria, guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina o altro. La candela odierna é la prima dall'inizio di febbraio che si trova sopra la MM a 50 giorni - questo spiega tutto - il vento é cambiato.
L'indice delle banche SX7E (+0.28% a 127.09 punti) oggi é in fondo al plotone ma segue disciplinato.
Il cambio EUR/USD sale a 1.2340. Malgrado il rafforzamento dell'EUR le azioni europee guadagnano terreno. È un segnale di forza.

Commento tecnico - lunedì 9 aprile 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3414 punti (+0.20%). La candela sul grafico si vede appena e il guadagno di 6 punti sembra essere troppo modesto per contare qualcosa. Oggi però é successo qualcosa di importante. L'indice é entrato in contatto con la MM a 50 giorni a 3416 punti e ha provato a superarla. Per oggi il tentativo é fallito ma sembra solo una questione di tempo per una rottura al rialzo visto che la MM a 50 giorni sta ancora scendendo. Questo avvenimento dovrebbe segnare la fine della fase di ribasso iniziata a febbraio e segnalare l'inizio di una fase di rialzo. I 3500-3550 punti indicato giovedì come possibili obiettivi sono ancora indicativi.
L'indice delle banche SX7E (+0.40% a 126.73 punti) si muove con la testa del plotone ma non trascina. Ovvio visto che i tassi d'interesse di mercato nelle ultime settimane sono tendenzialmente scesi.
Il cambio EUR/USD a sale a 1.2315 - niente di rilevante. Il range 1.22-1.2550 é in grado di tenere catturato il cambio ancora per settimane se non mesi.

Commento tecnico - venerdì 6 aprile 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3408 punti (-0.64%).
SX7E -1.14% a 126.22 punti
EUR/USD a 1.2280

Commento tecnico - giovedì 5 aprile 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3430 punti (+2.68%). Se ieri abbiamo ancora scritto che le probabilità di un'accelerazione al ribasso erano in diminuzione, stamattina questa possibilità d'inversione di tendenza si é trasformata in certezza. Oggi si trattava solo di capire come si sarebbe sviluppata la spinta di rialzo. L'Eurostoxx50 ufficialmente ha aperto a 3353 punti - in realtà però l'indice é balzato subito sui 3380 punti e ha lasciato un gap d'apertura. Il gap é rimasto aperto e questo mostra che la spinta é stata possente. I shortisti sono rimasti in trappola e sono stati obbligati a coprire comperando. L'effetto é durato fino a stasera con una chiusura sul massimo giornaliero (3433 punti) e con un forte guadagno di 70 punti. L'indice si é liberato dal ribasso che da due mesi lo spingeva verso il basso e molto probabilmente a corto termine deve salire ancora più in alto. Un giorno non basta agli investitori per riposizionarsi e ci devono essere ancora degli acquisti - probabilmente dopo un consolidamento sopra i 3400 punti. Stimiamo che l'Eurostoxx50 nella prossima decina di sedute possa risalire a 3500-3550 punti. Dopo un solo giorno di rialzo é però ancora una stima azzardata.
Il settore delle banche ha partecipato al rally (SX7E +2.83% a 127.68 punti).
Il cambio EUR/USD scende a 1.2230. Il minimo oggi é stato a 1.2218 - supporto é a 1.22. Il supporto non dovrebbe rompersi ma se ci sbagliamo sappiate che un EUR debole fornirebbe un'ulteriore spinta ai listini europei.

Commento tecnico - mercoledì 4 aprile 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3340 punti (-0.20%). Anche oggi l'Eurostoxx50 é caduto pesantemente ma ha poi trovato la forza di reagire e chiudere sul livello d'apertura. La perdita di 7 punti é modesta. Sul grafico appare un secondo hammer e cominciamo a pensare che questo mercato é ormai resistente alle cattive notizie. Le probabilità di un ultima spinta di ribasso sono in diminuzione. L'Eurostoxx50 ha toccato un minimo a 3300 punti. La reazione dal minimo é stata forte e convincente anche se dipende solo da quanto successo a Wall Street. In fondo però sul grafico appare un'altra candela rossa con minimo e massimo discendente e quindi formalmente il trend é ancora al ribasso.
L'indice delle banche SX7E scivola del -0.39% a 124.17 punti. Niente di rilevante.
Il cambio EUR/USD torna a 1.2295 - abbandonare il range 1.22-1.25 sarà molto difficile. Non vediamo nessun segnale che suggerisca la vicinanza di un movimento significativo. La tendenza é ormai neutra.

Commento tecnico - martedì 3 aprile 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3347 punti (-0.43%). Le borse europee hanno faticato a trovare il livello d'equilibrio tra la compensazione dell'anomalo rimbalzo di giovedì, il crollo di ieri sera a Wall Street e il rimbalzo della borsa americana stasera. Per saldo l'Eurostoxx50 ha scelto di chiudere sul livello d'apertura con una modesta perdita di 14 punti. Ci saremmo aspettati qualcosa di più ma per oggi dobbiamo accontentarci. La spinta di ribasso non sembra completa e nei prossimi giorni ci aspettiamo un'ultima spinta di ribasso verso i 3200-3250 punti.
L'indice delle banche SX7E perde il -0.82% a 124.66 punti. Non diamo peso a questa differenza.
Il cambio EUR/USD é sceso a 1.2260. Questo ulteriore indebolimento dell'EUR ha sicuramente aiutato le borse europee a contenere le perdite.

Commento tecnico - giovedì 29 marzo 24.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3361 punti (+0.91%).
SX7E +0.43% a 125.69 punti
EUR/USD a 1.2325

Commento tecnico - mercoledì 28 marzo 18.30

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3331 punti (+0.43%). Stasera l'Eurostoxx50 termina la seduta sul massimo giornaliero e con un guadagno di 14 punti. Non é molto ma l'indice é riuscito a girare una situatione di partenza negativa malgrado che stasera da Wall Street non venissero segnali particolarmente positivi. L'indice é rimasto sotto il massimo di ieri e quindi in linea di massima la situazione tecnica non cambia. Oggi però le borse europee hanno inaspettatatamente mostrato forza e forse il rimbalzo potrebbe far salire l'Eurostoxx50 ancora una ventina di punti prima che i ribassisti ritentino un affondo.
L'indice delle banche SX7E (+0.47% a 125.15 punti) si é mosso nel plotone.
Il cambio EUR/USD cade a 1.2350 - questo aiuta sicuramente le borse europee. Il cambio perde il 0.4% - l'Eurostoxx50 guadagna il +0.4% - in USD il conto é in pari.

Commento tecnico - martedì 27 marzo 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3317 punti (+1.17%). Dopo il rally ieri sera a Wall Street oggi l'Eurostoxx50 ha avuto un'ovvia reazione positiva ed é rimbalzato. Non é però andato lontano. Ha aperto in netto rialzo a 3330 punti e chiude stasera 13 punti più in basso. In verità la candela sul grafico dovrebbe essere rossa e questo non é molto incoraggiante. Il ribasso di corto termine é ancora dominante e a breve ci aspettiamo un'altra spinta di ribasso verso un nuovo minimo annuale. È però probabile che nelle prossime due sedute ci sia un semplice consolidamento. Venerdì Santo e Lunedì di Pasqua le borse europee sono chiuse - L'Eurostoxx50 non tratta. Gli investitori preferiranno non prendere iniziative prima della lunga pausa pasquale.
L'indice delle banche europee SX7E (+0.68% a 124.56 punti) rimbalza debolmente - il settore sottoperforma il mercato.
Il cambio EUR/USD scivola a 1.2410. La barriera psicologica a 1.25 fà effetto. il cambio non sembra voler testare il massimo annuale a 1.2555 e rimane bloccato nel canale 1.22-1.25. Finora non si intravvede un'uscita. 

Commento tecnico - lunedì 26 marzo 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3278 punti (-0.59%). Stamattina l'Eurostoxx50 é rimbalzato. Ha aperto in positivo e fino alle 14.00 ha guadagnato ancora qualche punto. Dopo l'inizio delle contrattazioni a Wall Street l'avventura é finita. L'Eurostoxx50 é precipitato fino a 3261 punti (nuovo minimo annuale) e ha chiuso poco sopra con una perdita di 24 punti. Sul grafico appare un'altra candela rossa a confermare il ribasso. Per il momento non abbiamo nulla di nuovo - l'indice si sta dirigendo verso l'atteso minimo significativo a metà settimana. L'obiettivo a 3200 punti é realista.
L'indice delle banche SX7E (-0.39% a 123.72 punti) si comporta relativamente bene - però scende...
Il cambio EUR/USD sale a 1.2440 e si prepara a ritestare gli 1.25+. I ribassisti sull'USD non sanno più che pesci pigliare. La tendenza a medio termine é neutra e per ora una continuazione del rialzo nel corso dell'anno é ancora più probabile che un'inversione di tendenza.

Commento tecnico - venerdì 23 marzo 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3298 punti (-1.50%).
SX7E -1.00% a 124.20 punti
EUR/USD a 1.2350

Commento tecnico - giovedì 22 marzo 18.30

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3348 punti (-1.55%). Ancora ieri abbiamo invitato alla pazienza - avevamo l'impressione che si dovesse aspettare qualche giorno prima che l'Eurostoxx50 potesse scendere. Invece oggi é andato tutto molto velocemente. L'Eurostoxx50 é sceso dall'inizio della giornata fino alle 17.00. Ha toccato un minimo a 3320 punti ed é rimbalzato. Ora l'unica domanda da porsi é se già nei prossimi giorni l'Eurostoxx50 cadrà su un nuovo minimo annuale. Un triplo minimo é da escludere. A decidere sarà Wall Street. Riprendiamo il discorso domani mattina.
È ormai evidente che il settore bancario ha un problema - l'indice SX7E crolla del -2.27% a 125.46 punti - il supporto a 127.80 é stato rotto e superato al ribasso come se non esistesse. Ora si apre una voragine.
EUR/USD a 1.2310

Commento tecnico - mercoledì 21 marzo 18.40

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3401 punti (-0.32%). Oggi l'Eurostoxx50 ha perso una decina di punti. In teoria ci aspettavano una seduta di pausa con l'indice fermo in attesa delle decisioni della FED. In pratica ci sono state vendite sul settore bancario (SX7E -0.94% a 128.37 punti) e questo ha inciso sulla performance dell'indice di riferimento europeo. Poco male - l'Eurostoxx50 ha perso solo parte del guadagno di ieri e la candela sul grafico é praticamente parallela a quella di martedì. Per l'analisi tecnica nulla di nuovo da segnalare - l'Eurostoxx50 fatica ad abbandonare i 3400 punti - il trend a corto termine é neutro - bisogna avere pazienza.
Il cambio EUR/USD é fermo a 1.2265.

Commento tecnico - martedì 20 marzo 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3412 punti (+0.51%). Per tre sedute non abbiamo pubblicato un commento - non abbiamo perso nulla visto che non é successo niente di importante. L'Eurostoxx50 oscilla semplicemente intorno ai 3400 punti. Notiamo più convinzione e volumi nelle sedute negative - oggi i volumi erano modesti e questo suggerisce che si tratta di un rimbalzo tecnico. In linea di massimo favoriamo il short ma é evidente che per il momento non si profila un'accelerazione in nessuna direzione - conviene quindi aspettare e osservare lo sviluppo della situazione senza provare ad anticipare un ribasso che per il momento é solo la variante più probabile ma non imminente. Anche dal settore bancario (SX7E +0.38% a 129.59 punti) non arrivano spunti particolari. Spesso le crisi partono dal settore finanziario ma al momento regna la calma assoluta.
Il cambio EUR/USD ricade a 1.2260 - qualsiasi movimento tra gli 1.22 e gli 1.25+ é possibile ed insignificante.

Commento tecnico - lunedì 19 marzo 24.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3394 punti (-1.24%).
SX7E -1.05% a 129.10 punti
EUR/USD a 1.2340

Commento tecnico - venerdì 16 marzo 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3438 punti (+0.72%).
SX7E +1.31% a 130.47 punti
EUR/USD a 1.2290

Commento tecnico - giovedì 15 marzo 24.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3414 punti (+0.68%).
SX7E +0.32% a 128.89 punti
EUR/USD a 1.2305

Commento tecnico - mercoledì 14 marzo 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3391 punti (-0.19%). L'Eurostoxx50 ha perso 6 punti. Il calo é di per sé insignificante ma importante perché rappresenta una conferma dell'inizio della correzione. I rialzisti hanno tentato una reazione con un rimbalzo fino ai 3417 punti ma sono stati sconfitti - stasera l'indice chiude sotto il livello d'apertura e poco sopra il minimo. Oggi le banche (SX7E -1.37% a 128.48 punti) sono cadute pesantemente - sommando il modesto calo di ieri alla perdita odierna il settore mostra ora debolezza relativa e ci preoccupa - vi ricordiamo che il supporto é a 127.80 punti - manca poco.
Venerdì scadono i derivati di marzo - pensiamo di conseguenza che nelle prossime due sedute l'Eurostoxx50 si allontanerà poco dai 3400 punti.
Il cambio EUR/USD é stabile a 1.2370.

Commento tecnico - martedì 13 marzo 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3397 punti (-0.94%). È praticamente impossibile centrare in pieno un massimo intermedio - ci siamo però andati vicini. La nostra stima era a 3450 punti domani. Il massimo é stato oggi a 3446 punti. Poi l'Eurostoxx50 ha cambiato direzione e ha perso 60 punti prima di rimbalzare sul finale e chiudere a 3397 punti con una perdita di 32 punti. Molto probabilmente l'Eurostoxx50 ha iniziato l'attesa correzione. Una seduta negativa può essere un caso ma qui molti fattori si combinano - quello odierno é stato un reversal al momento giusto e dal livello giusto. L'indice delle banche SX7E (-0.60% a 130.27 punti) é sceso ma da un punto di vista tecnico non ha fornito un segnale così chiaro d'inversione di tendenza. In teoria l'Eurostoxx50 dovrebbe nella prossima decina di sedute cadere su un nuovo minimo annuale. Domani potremo essere più precisi  e sicuri.
Il cambio EUR/USD risale a 1.24. Al calo delle borse europee ha contribuito il rafforzamento dell'EUR.

Commento tecnico - lunedì 12 marzo 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3429 punti (+0.26%). Se il rialzo aveva ancora forza e potenziale oggi l'Eurostoxx50 doveva comportarsi come l'S%&P500 venerdì - aprire bene e continuare a salire fino alla chiusura sul massimo. Invece dopo l'apertura a 3440 punti l'indice é ancora salito fino alle 09.20 e ha raggiunto i 3434 punti. Poi si é fermato e per il resto della seduta é scivolato verso il basso. A fine giornata abbiamo un segnale contradditorio - l'Eurostoxx50 guadagna 9 punti ma la candela sul grafico é rossa. Abbiamo un limite di vendita per il portafoglio a 3450 punti - la nostra opinione é quindi evidente e rispecchia l'analisi del fine settimana. L'Eurostoxx50 può ancora guadagnare un +1% ma a metà settimana dovrebbe toccare un massimo intermedio e poi ridiscendere. Se si verifica questa inversione di tendenza (al momento non abbiamo nessuna conferma) l'Eurostoxx50 potrebbe in seguito cadere su un nuovo minimo annuale. L'indice delle banche SX7E (+0.17% a 131.05 punti) continua a non fornire impulsi.
Il cambio EUR/USD é fermo a 1.2330.

Commento tecnico - venerdì 9 marzo 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3420 punti (+0.21%). Massimo a 3435 punti
SX7E -0.28% a 130.83 punti
EUR/USD a 1.2310

Commento tecnico - giovedì 8 marzo 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3413 punti (+1.06%). Fino alla conferenza stampa di Mario Draghi delle 14.30 l'Eurostoxx50 é oscillato sui 3380 punti - era praticamente in pari. Poi l'affabulatore ha ancora incantato la platea promettendo tutto e niente e le borse sono ripartite al rialzo e chiudono stasera vicino al massimo giornaliero. L'Eurostoxx50 é entrato nella nostra fascia obiettivo a 3400-3425 punti. Ora dovrebbe fermarsi. Per ora però non vediamo nessun segnale che suggerisca la vicinanza di un massimo.
L'indice delle banche SX7E (+0.42% a 131.20) segue a distanza - una logica conseguenza del calo dei tassi d'interesse causato dalla dichiarazioni di Draghi. L'effetto dovrebbe essere effimero.
Il cambio EUR/USD cade a 1.2315 dopo un'impennata a 1.2446 - sembra una tempesta in bicchiere d'acqua che provoca volatilitâ ma nessuna tendenza.

Commento tecnico - mercoledì 7 marzo 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3377 punti (+0.58%). Oggi le borse europee hanno ignorato le dimissioni di Cohn e la debolezza di Wall Street. Strano ma tecnicamente non cambia nulla. La distribuzione sotto l'obiettivo a 3400-3425 punti continua. Ci aspettiamo nei prossimi giorni ancora una serie di sedute volatili e senza una precisa direzione.
L'indice delle banche SX7E (+0.33% a 130.65 punti) si é mosso oggi come l'indice ed é rimasto sopra i 130 punti che ormai non sono più un livello significativo.
Il cambio EUR/USD si é fermato a 1.2400.

Commento tecnico - martedì 6 marzo 24.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3357 punti (+0.08%). Nella prima parte della seduta il rimbalzo é continuato. Stamattina l'Eurostoxx50 é salito fino ad un massimo a 3390 punti e poi si é fermato poco sotto questo livello fino nel primo pomeriggio. Poi si é sgonfiato e chiude stasera sul minimo giornaliero ma ancora con un guadagno di 5 punti. L'indice delle banche SX7E (+0.59% a 130.22 punti) ha fatto meglio ed é tornato sopra i 130 punti. Questa seduta manda segnali contrastanti. L'indice ha guadagnato terreno e questo é positivo - la candela rossa sul grafico é negativa. L'Eurostoxx50 é salito fino ai 3390 punti - solo 10 punti dalla zona obiettivo a 3400-3425 punti. Non crediamo però che l'Eurostoxx50 debba già ripartire al ribasso - dovrebbe ancora distribuire.
Il cambio EUR/USD lievita a 1.24. Continua ad oscillare tra gli 1.22 e gli 1.2550.

Commento tecnico - lunedì 5 marzo 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3352 punti (+0.92%). Stranamente gli investitori hanno reagito negativamente all'esito delle elezioni politiche italiane. Stamattina l'Eurostoxx50 ha aperto in calo e su un nuovo minimo a 3309 punti. Poi però si é concretizzato il recupero che avevamo previsto. L'Eurostoxx50 é risalito a 3360 punti e ha chiuso poco sotto a 3352 punti. Malgrado l'inizio di seduta difficile manteniamo la nostra previsione - a corto termine l'Eurostoxx50 deve risalire sui 3400-3425 punti e distribuire.
Le banche sono deboli (SX7E -0.56% a 129.46 punti) e l'indice ha rotto il supporto a 130 punti. Se non recupera subito dovrebbe scendere fino a 127.80 punti - una strana situazione tecnica che contrasta con quella dell'Eurostoxx50.
Il cambio EUR/USD é stabile a 1.2330.

Commento tecnico - venerdì 2 marzo 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3324 punti (-2.19%).
SX7E -2.38% a 130.19 punti
EUR/USD a 1.2305

Commento tecnico - giovedì 1. marzo 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3399 punti (-1.16%). L'Eurostoxx50 ha perso altri 40 punti. Non ci aspettavamo già oggi questa caduta ma considerando la situazione tecnica generale il calo odierno non é una sorpresa. Restiamo dell'opinione che questa non é ancora la spinta di ribasso che farà scendere l'Eurostoxx50 su un nuovo minimo annuale - crediamo piuttosto che a partire indicativamente dai 3375 punti ci sarà un altro rimbalzo tecnico.
L'indice delle banche SX7E (-0.93% a 133.36 punti) si muove in coda al plotone senza frenare.
Stasera il cambio EUR/USD é a 1.2210 - é tornato sopra gli 1.22 dopo una caduta fino ai 1.2155 - pensiamo che si sia trattato di una falsa rottura al ribasso.

Commento tecnico - mercoledì 28 febbraio 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3439 punti (-0.55%). L'Eurostoxx50 ha perso altri 19 punti. In fondo é poco ma questo allontana l'indice sempre più dai 2475 punti e aumenta la probabilità che il rialzo di corto termine sia terminato ed il mercato come atteso stia distribuendo. In generale la costellazione tecnica é negativa - l'indice ha ritracciato meno del 50% della spinta di ribasso di inizio febbraio, é tornato sotto le MM a 50 e 200 giorni e la RSI sta nuovamente girando senza aver superato i 50 punti.
L'indice delle banche SX7E (-0.38% a 134.61 punti) si é comportato come il resto del mercato.
Il cambio EUR/USD si stabilizza a 1.2220 dopo un tentativo fallito di rottura del supporto a 1.22 - il minimo oggi é stato di 1.2190.

Commento tecnico - martedì 27 febbraio 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3458 punti (-0.15%). Stamattina l'Eurostoxx50 ha aperto sul massimo giornaliero - ha toccato i 3476 punti e poi é ridisceso. Il gap di febbraio é stato chiuso. Stasera ci rimproveriamo di non avere studiato il grafico con maggiore attenzione prima di fissare l'obiettivo del rimbalzo a 3450-3460 punti - era evidente che se l'Eurostoxx50 saliva a 3460 punti avrebbe provato a chiudere il gap. Stasera però l'indice chiude in perdita malgrado la buona performance del settore bancario (SX7E +0.75% a 135.12 punti). Il calo di 5 punti non é importante ma la caduta di 17 punti dal massimo costituisce formalmente un mini reversal e suggerisce la possibilità che il rialzo sia finito.
Il cambio EUR/USD cade a 1.2230 a causa delle dichiarazioni di Powell che hanno fatto lievitare i tassi d'interesse sull'USD. C'é un importante supporto a 1.22 che non dovrebbe cadere. Se invece il cambio scende sotto gli 1.22 significa che la tendenza di fondo al rialzo é finita.

Commento tecnico - lunedì 26 febbraio 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3463 punti (+0.76%). L'Eurostoxx50 é salito stamattina subito sui 3470 punti. Poi non ha più combinato molto. L'indice ha raggiunto il nostro obiettivo a 3460 punti e se l'S&P500 come sembra, riesce a salire fino ai 2800 punti, potrebbe ancora tentare di chiudere il gap a 3475 punti - oggi ha toccato i 3470 punti. Fatica però a salire e sembra solo seguire a fatica e a distanza l'America. Appena Wall Street si fermerà in Europa sarà notte...
L'indice delle banche SX7E (+0.06% a 134.11 punti) marcia sul posto. Senza finanza l'Eurostoxx50 non é mai andato lontano.
Il cambio EUR/USD é stabile a 1.2295.

Commento tecnico - venerdì 23 febbraio 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3441 punti (+0.28%).
SX7E -0.28% a 134.03 punti
EUR/USD a 1.2300

Commento tecnico - giovedì 22 febbraio 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3432 punti (+0.05%). Oggi l'Eurostoxx50 si é comportato come ieri. Ha trascorso gran parte della giornata in negativo ed é salito solo stasera grazie al buon comportamento della borsa americana. Chiude praticamente invariato e vicino al massimo giornaliero. L'impressione é che a corto termine ci sia ancora un pò di spazio verso l'alto. Durante la distribuzione in laterale l'indice dovrebbe poter raggiungere i 3450-3460 punti specialmente se ci fosse un pò di collaborazione da parte di cambi e tassi d'interesse. Le banche (SX7E -0.16% a 134.41 punti) frenano - o per meglio dire non danno impulsi.
Il cambio EUR/USD risale a 1.2330 dopo essere sceso oggi a 1.2260.

Commento tecnico - mercoledì 21 febbraio 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3430 punti (-0.14%). Poco da dire. L'Eurostoxx50 si é mosso oggi nel range di ieri e termina la seduta praticamente invariato. L'indice delle banche SX7E guadagna il +0.12% a 134.63 punti - la differenza non é significativa. A livello tecnico non c'é nulla di nuovo.
Il cambio EUR/USD scivola a 1.2315 - l'indebolimento dell'EUR questa volta non ha aiutato la borsa.

Commento tecnico - martedì 20 febbraio 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3435 punti (+0.80%). La seduta odierna ci ha riservato delle sorprese. Il risultato va bene - non ci aspettavamo l'inizio di una spinta di ribasso e quindi l'Eurostoxx50 poteva anche salire. È solo che le borse europee oggi si sono emancipate dall'America - per tutta la giornata hanno fatto meglio dell'S&P500. Forse questa é una conseguenza del calo del cambio EUR/USD (1.2350). Stasera l'indice chiude sul massimo giornaliero e con un consistente guadagno di 28 punti. Questo ci dice che esiste ancora un certo spazio verso l'alto e il rimbalzo dal minimo non é completo. Avevamo preventivato questa eventualità - ieri abbiamo parlato di un canale d'oscillazione con limite superiore a 3450 punti e per il portafoglio abbiamo un limite di vendita a 3460 punti. Domani però non deve esserci un'altra seduta come oggi se no dobbiamo rivedere le nostre previsioni...
L'indice delle banche SX7E sale a 134.47 punti (+0.49%) - non tiene il passo con l'Eurostoxx50 ma la differenza non é importante e compensa il modesto calo di ieri.

Commento tecnico - lunedì 19 febbraio 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3407 punti (-0.55%). L'S&P500 ha toccato un massimo intermedio e significativo venerdì - le borse europee l'hanno fatto oggi. L'Eurostoxx50 ha aperto in positivo ed é balzato su un massimo a 3436 punti. Poi per il resto della giornata é scivolato verso il basso e stasera termina la seduta vicino al minimo giornaliero e con una perdita di 19 punti. Nulla di grave ma probabilmente il rimbalzo dal minimo é terminato e ora l'Eurostoxx50 é destinato ad oscillare in laterale sui 3375-3450 punti per settimane. L'indice delle banche SX7E (-0.26% a 133.82 punti) oggi si é comportato meglio del resto del mercato - nulla di particolare da segnalare.
Il cambio EUR/USD é fermo a 1.2400.

Commento tecnico - venerdì 16 febbraio 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3426 punti (+1.10%).
SX7E +0.86% a 134.17 punti
EUR/USD a 1.2405

Commento tecnico - giovedì 15 febbraio 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3389 punti (+0.59%). Cominciamo a preoccuparci. Mentre l'S&P500 americano ha già recuperato un 50% della correzione di febbraio l'Eurostoxx50 fatica a risalire. Il settore delle banche (SX7E +0.35% a 133.03 punti) continua a frenare. L'impressione é che l'Europa ha un problema e che dobbiamo rivedere l'obiettivo di questa fase di rialzo. Nell'analisi del fine settimana faremo due calcoli. Per ora vale a corto termine vale ancora la tendenza rialzista ma non aspettatevi troppo.
Il cambio EUR/USD sale a 1.2470. Oggi é salito a 1.2510 e poi é ricaduto. Forse é la forza dell'EUR a frenare le borse europee.

Commento tecnico - mercoledì 14 febbraio 24.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3369 punti (+0.87%).
SX7E +0.68% a 132.56 punti
EUR/USD a 1.2450

Commento tecnico - martedì 13 febbraio 24.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3341 punti (-0.81%). Questa seduta negativa ci sorprende. Non capiamo perché c'é stata un'ondata di vendite sul finale - sembra che gli europei si limitino a copiare l'america esagerando un pò. Malgrado questo ritiro restiamo sul corto termine costruttivi e pensiamo che nelle prossime sedute l'Eurostoxx50 debba risalire verso i 3400 punti.
L'indice delle banche SX7E (-1.30% a 131.67 punti) anche oggi ha fatto peggio del resto del mercato - sta cambiando qualcosa? - l'aumento dei tassi d'interesse non basta più a far salire le azioni delle banche - il problema NPL torna alla superficie a causa delle nuove disposizioni della BCE? Teniamo d'occhio i 130 punti che sono un solido supporto a medio termine.
Il cambio EUR/USD risale a 1.2355.

Commento tecnico - lunedì 12 febbraio 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3368 punti (+1.27%). Dopo che venerdì sera la borsa americana ha toccato il fondo ed é risalita, era logico che anche l'Eurostoxx50 oggi avrebbe recuperato terreno. Il minimo dell'S&P500 sembra solido e quindi é probabile che anche la correzione dell'Eurostoxx50 sia terminata. Seguendo il nostro scenario di base presentato nel fine settimana ora ci deve essere una fase positiva e ad ondate l'Eurostoxx50 dovrebbe risalire sui 3450-3475 punti nella prossima decina di sedute - questa é una stima grezza poiché venerdì sera nel dopo borsa l'Eurostoxx50 é caduto fino a 3256 punti e questo non appare sul grafico. I dettagli sono difficili da stimare ma per ora bisogna essere long.
L'indice delle banche SX7E (+1.01%) ha reagito meno che il resto del mercato - strano. Teniamo d'occhio il settore poiché se le banche non trascinano il rialzo di corto termine c'é un problema - se la situazione non cambia il rialzo di corto termine sul l'Eurostoxx50 dovrebbe imballarsi presto - in questo caso ci sarà una pausa di alcune sedute sui 3375-3400 punti. Non aspettatevi in ogni caso un movimento di rialzo dinamico.
Il cambio EUR/USD risale a 1.2270. Stamattina però era più in alto. La correlazione tra borsa e cambio sembra svanire.

Commento tecnico - venerdì 9 febbraio 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3326 punti (-1.52%). Le borse non riescono ancora a trovare terreno solido. Anche oggi l'Eurostoxx50 ha perso 51 punti e ha toccato un nuovo minimo annuale. L'ipervenduto non ferma la caduta. Come spiegato negli ultimi commenti tecnici l'Europa segue l'America. Fino a quando a Wall Street non regnerà il panico non ci sono le premesse per un solido minimo. Ancora troppa gente pensa che questa sia un'innocua correzione che deve essere comperata. Invece i derivati e i troppi speculatori long costretti a chiudere provocano un effetto a valanga di cui non si vede la fine - solo gli indicatori di sentiment possono dirci quando il fondo é stato raggiunto. Si può comperare in un'ottica a medio termine - a corto termine però ci può ancora essere un tuffo da panico di un centinaio di punti.
L'indice delle banche SX7E (-1.86% a 132.08 punti) cade come il resto del mercato.
Il cambio EUR/USD scivola a 1.2225 - si sta verificando l'attesa correzione verso gli 1.20-1.21. Non dovrebbe essere l'inizio di una fase di ribasso ma piuttosto la fine del rialzo. Nei prossimi mesi ci aspettiamo che il cambio si fermi a 1.20-1.26.

Commento tecnico - giovedì 8 febbraio 24.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3377 punti (-2.24%).
SX7E -1.13% a 134.59 punti
EUR/USD a 1.2250

Commento tecnico - mercoledì 7 febbraio 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3454 punti (+1.76%). Oggi l'Eurostoxx50 ha avuto una seduta decisamente positiva e ha proseguito il rimbalzo tecnico iniziato ieri. Notiamo un calo dei volumi di titoli trattati. Da domani l'Eurostoxx50 deve cominciare a distribuire e preparare un'altra spinta di ribasso che servirà per testare il minimo. La correzione é praticamente terminata per quel che riguarda il livello raggiunto al ribasso - il minimo di ieri dovrebbe essere definitivo - al massimo potrebbe esserci un nuovo minimo marginale. Per risalire in maniera sostenibile il mercato deve però formare base.
L'indice delle banche SX7E (+2.04% a 136.13 punti) ha trascinato il movimento anche grazie ad un aumento dei tassi d'interesse. Attenzione perché é proprio questo che ha scatenato la correzione e che provocherà la prossima inevitabile spinta di ribasso. Una risalita a V e una ripresa del rialzo come se nulla fosse é poco probabile. Il rimbalzo tecnico potrebbe idealmente far risalire l'indice fino ai 3475 punti.
Il cambio EUR/USD cade a 1.2275. Il movimento é inspiegabile ma tecnicamente comprensibile. L'abbiamo previsto da giorni nella pagina di analisi riguardante il cambio.

Commento tecnico - martedì 6 febbraio 24.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3394 punti (-2.41%). Minimo discendente - la correzione non é ancora terminata ma la chiusura lontano dal minimo fa ben sperare.
SX7E -2.51% a 133.41 punti
EUR/USD a 1.2380

Commento tecnico - lunedì 5 febbraio 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3478 punti (-1.26%). Anche oggi l'Eurostoxx50 ha perso 45 punti - non é una sorpresa considerando la caduta della borsa americana di venerdì. Ora però l'Eurostoxx50 ha praticamente raggiunto il minimo di gennaio e ultimo possibile obiettivo di questa correzione. L'indice é in ipervenduto e dovrebbe a breve rallentare la sua caduta, consolidare e risalire. Considerando la velocità della caduta e il momentum é inverosimile che l'Eurostoxx50 possa riprendere il rialzo in maniera dinamica - molto probabilmente sarà necessaria la formazione di una base con una o due false partenze e test del minimo. Non c'é fretta per comperare. Una falsa rottura al ribasso fino ai 3450 punti e tecnicamente possibile e psicologicamente probabile. Qui abbiamo fissato un limite d'acquisto per il portafoglio.
L'indice delle banche SX7E (-1.13% 136.84) cade ma fa meglio del resto del mercato. Non crediamo che debba cadere fino ai 132 punti ma dovrebe reagire prima e trascinare la riscossa delle borse europee.
Il cambio EUR/USD scende a 1.2415. L'indebolimento dell'EUR dovrebbe aiutare i listini europei.

Commento tecnico - venerdì 2 febbraio 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3523 punti (-1.51%).
SX7E -1.35% a 138.40 punti
EUR/USD a 1.2470

Commento tecnico - giovedì 1. febbraio 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3577 punti (-0.88%). Avevamo previsto che dopo una pausa sui 3600 punti la correzione sarebbe continuata. Non ci aspettavamo però che questo succedesse già oggi - in teoria oggi l'Europa doveva rimbalzare insieme all'America. Ora siamo leggermente confusi perche l'America sembra preparare un'altra spinta di ribasso mentre l'Europa sembra essere più in avanti nella fase di correzione. Invece che pasticciare é meglio mantenere la rotta e fino a prova contraria ci aspettiamo una continuazione della correzione in direzione dei 3525 punti.
Il settore delle banche resta un punto di domanda (SX7E -0.39% a 140.29 punti) - fino a quando rimane sopra i 140 punti resta formalmente in una fase di rialzo. È però evidente che c'é qualcosa che non quadra poiché é impossibile che l'Eurostoxx50 perda ancora 50 punti mentre l'SX7E non scende sotto i 140 punti.
Il cambio EUR/USD risale a 1.2480 - forse questa é anche una delle ragioni del calo odierno delle borse europee.

Commento tecnico - mercoledì 31 gennaio 24.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3606 punti (-0.02%).
SX7E -0.17% a 140.70 punti
EUR/USD a 1.2410

Commento tecnico - martedì 30 gennaio 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3606 punti (-1.00%). Dopo la prima seduta negativa della borsa americana da parecchi giorni, era evidente che le borse europee ne avrebbero subito le conseguenze. Nel commento di stamattina avevamo previsto dopo l'apertura negativa ulteriori vendite ma pensavamo che a fine giornata le perdite non avrebbero superato l'1%. In effetti l'Eurostoxx50 ha toccato un minimo a 3601 punti e ha chiuso poco sopra a 3606 punti - un calo di 37 punti o -1%. Sui 3600 punti c'é un supporto intermedio che dovrebbe provocare una pausa o un breve rimbalzo tecnico. In teoria dopo dovrebbe esserci un'altra spinta di ribasso con obiettivo massimo a 3525 punti ma non ne siamo sicuri. La ragione é la situazione tecnica del settore bancario (SX7E -1.48% a 140.94 punti) - in teoria l'indice SX7E dovrebbe riuscire a difendere il supporto a 140 punti mantenere la tendenza rialzista. Il gioco é complicato poiché come sapete il settore dipende dai tassi d'interesse - se questi salgono poco é buono per le banche - se invece salgono sensibilmente come adesso cade in generale la borsa.
Il cambio EUR/USD é sceso a 1.2390. Consolida tra 1.23 e 1.25.

Commento tecnico - lunedì 29 gennaio 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3643 punti (-0.12%). L'Eurostoxx50 non é riuscito a sfruttare la spinta fornita da Wall Street. Ha aperto in positivo e ha guadagnato ancora qualche punto. Poi però sono riapparsi i venditori e stasera l'indice termina la serata con una perdita di 4 punti. 4 punti sono pochi e contano poco. Il comportamernto dell'indice é però significativo - i listini americani venerdì sono saliti più dell'1% e hanno raggiunto un nuovo massimo storico - l'Eurostoxx50 non si muove. Anche il calo del cambio EUR/USD a 1.2350 non serve a stimolare le borse europee. L'indice delle banche SX7E (+0.01% a 143.05 punti) marcia sul posto malgrado tassi d'interesse in crescita. Evidentemente il trend é neutro e per ora l'Eurostoxx50 non mostra l'intenzione di volersi allontanare eccessivamente dai 3625 punti. La perdita di questo supporto intermedio, al momento possibile ma poco probabile, dovrebbe far scendere l'Eurostoxx50 di altri 100 punti.

Commento tecnico - venerdì 26 gennaio 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3647 punti (+0.48%).
SX7E +0.11% a 143.04 punti
EUR/USD a 1.2425

Commento tecnico - giovedì 25 gennaio 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3630 punti (-0.36%). Stamattina l'Eurostoxx50 ha tentato una reazione ed é risalito fino ai 3659 punti con l'aiuto del settore bancario (SX7E +1.20% a 142.88 punti). Poi l'Eurostoxx50 é tornato in pari e ha atteso l'esito della riunione della BCE e la conferenza stampa di Mario Draghi. Il capo della BCE non ha detto nulla di nuovo e il suo tentativo di indebolire l'EUR ripetendo il mantra della politica monetaria espansiva fino all'infinito ha avuto l'esito opposto. Il cambio EUR/USD si é impennato fino a 1.2536 prima di ritracciare stasera a 1.2485. La salita del cambio é coincisa con la caduta dell'Eurostoxx50 che stasera però riesce a difendere i 3625 punti - il minimo a 3614 punti non può essere considerato una rottura del supporto.
Abbiamo l'impressione che l'Eurostoxx50 deve fermarsi sui 3625 punti. Abbiamo però ancora fondati dubbi sulla possibilità della ripresa del rialzo a medio termine visto che lentamente anche gli Stati Uniti sembrano a corto di carburante.

Commento tecnico - mercoledì 24 gennaio 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3650 punti (-0.47%). Ieri l'Eurostox50 non aveva convinto e oggi é arrivata subito la fattura. L'indice é ricaduto a 3650 punti senza riuscire a scalfire i 3700 punti. È semplice sapere se si tratta di un semplice consolidamento prima della ripresa del rialzo - l'Eurostoxx50 deve restare questa settimana sopra i 3625 punti e l'indice delle banche SX7E (-0.51% a 141.19 punti) deve rimanere sopra i 140 punti. Oggi Wall Street marcia sul posto mentre il cambio EUR/USD si é involato a 1.2380 (massimo a 1.2402). La forza dell'EUR ha messo in ginocchio le borse europee.
Il massimo discendente di ieri rispetto ai 3700 punti di novembre ci preoccupa. Se l'Eurostoxx50 non vuole semplicemente consolidare dovrà correggere e in questo caso dovrà a medio termine tornare sui 3475 punti...
Domani si riunisce la BCE. Sentiamo cosa ha da raccontare Mario Draghi e osserviamo come reagisce la borsa prima di prendere decisioni affrettate. L'odierna candela rossa sul grafico non basta per sviluppare uno scenario negativo.

Commento tecnico - martedì 23 gennaio 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3672 punti (+0.19%). L'Eurostoxx50 ha guadagnato 7 punti ma non ha convinto. L'indice ha aperto bene ma non é riuscito a fare ulteriori sostanziali progressi e chiude stasera sotto il livello d'apertura - la candela sul grafico é rossa. L'Europa é decisamente più debole dell'America - l'Eurostox50 segue a fatica e a distanza il dinamico e possente rialzo di Wall Street. C'é da domandarsi cosa succederà appena l'America si ferma... Il trend a corto termine é al rialzo con una buona probabilità che l'Eurostoxx50 possa raggiungere con questa spinta i 3700 punti. L'indice delle banche SX7E (-0.26% a 141.92 punti) si é già fermato - dopo una rottura rialzo un consolidamento a testare dall'alto la vecchia resistenza é normale. Questo processo non dovrebbe però durare a lungo (2-3 giorni). In caso contrario esiste il rischio di un falso segnale.
Il cambio EUR/USD sale a 1.2280. Continua a muoversi nel range di consolidamento tra i 1.22 ed i 1.2322.

Commento tecnico - lunedì 22 gennaio 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3665 punti (+0.44%). La borsa americana continua a salire e a questo punto era solo una questione di tempo perché anche l'Europa cominciasse a seguire. Oggi l'Eurostoxx50 ha guadagnato ancora terreno e si é avvicinato ai 3700 punti dove si trova il massimo di novembre dell'anno scorso. La tendenza di medio termine sembra passare al rialzo anche perché finalmente c'é una definitiva rottura al rialzo dell'indice delle banche SX7E (+1.54% a 142.29 punti) che ha definitivamente superato i 140+ punti. Sparita questa resistenza ora il settore può contribuire al rialzo delle borse europee e per l'Eurostoxx50 raggiungere i 3700 punti é solo una questione di tempo. Poi vedremo se l'ipercomperato bloccherà il movimento - Wall Street ignora l'ipercomperato e quindi potrebbe farlo anche l'Europa.
Il cambio EUR/USD é a 1.2230 - continua a consolidare sopra gli 1.22. Giovedì si riunisce la BCE - sarebbe l'occasione per un movimento decisivo al di fuori del range 1.22-1.23. Finora lo scenario più probabile é quello della continuazione del rialzo sopra i 1.2322.

Commento tecnico - venerdì 19 gennaio 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3649 punti (+0.78%).
SX7E +0.35% a 140.13 punti
EUR/USD a 1.2223

Commento tecnico - giovedì 18 gennaio 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3621 punti (+0.23%). Oggi l'Eurostoxx50 si é mosso nel range delle due precedenti sedute e ha terminato la giornata con un guadagno di 12 punti realizzato sul finale di seduta. L'indice resta bloccato sui 3600 punti e per ora non si delinea una tendenza. Gli indicatori sono in territorio neutro mentre il grafico nel complesso é costruttivo. Se fossimo obbligati a fare una scommessa punteremmo su una rottura al rialzo. Come sapete però ci vuole la collaborazione del settore delle banche - l'indice SX7E (+0.29% a 139.64 punti) resta bloccato sotto la forte resistenza a 140+ punti.
Il cambio EUR/USD risale a 1.2240. Fino a quando resta tra gli 1.22 e gli 1.23 non c'é nulla di nuovo.

Commento tecnico - mercoledì 17 gennaio 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3609 punti (-0.36%). Oggi l'Eurostoxx50 ha perso poco più di quanto aveva guadagnato ieri. Ha aperto e chiuso sullo stesso livello e al centro del range giornaliero (3602-3624 punti). Come pensavamo l'indice non va per il momento da nessuna parte. Il rialzo in America si é imballato e l'indice delle banche SX7E (-0.55% a 139.23 punti) non riesce a superare la forte resistenza a 140+ punti.
Il cambio EUR/USD scivola a 1.2230. Ci vuole un indebolimento dell'EUR più marcato per poter spingere l'Eurostoxx50 al rialzo. Al momento però il cambio sembra sistemarsi comodamente tra gli 1.22 e gli 1.23 e sembra solo voler consolidare...

Commento tecnico - martedì 16 gennaio 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3622 punti (+0.28%). Oggi le borse europee hanno tentato di seguire gli Stati Uniti. L'Eurostoxx50 ha aperto sui 3620 punti ed é partito al rialzo raggiungendo un massimo a 3639 punti. Non é però riuscito a difendere questo massimo annuale ed é tristemente tornato al punto di partenza. Il grafico é costruttivo ma finora non abbiamo nessuna decisiva rottura al rialzo e la tendenza di fondo rimane neutra. L'indice é ancora bloccato nel range degli ultimi due mesi.
Come pensavamo l'indice delle banche si é fermato sui 140 punti (SX7E -0.29% a 140 punti). Questo significa che la resistenza fa effetto - non significa ancora che bloccherà l'indice all'infinito. Dipende da quello che succederà nelle prossime sedute. Se l'indice non viene respinto con decisione verso il basso é probabile che i numerosi tentativi di rottura al rialzo presto o tardi avranno successo.
Il cambio EUR/USD torna a 1.2240. Comincia a consolidare tra gli 1.22 e gli 1.23.

Commento tecnico - lunedì 15 gennaio 24.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3611 punti (-0.02%).
SX7E +0.06% a 140.41 punti
EUR/USD a 1.2260

Commento tecnico - venerdì 12 gennaio 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3612 punti (+0.48%).
SX7E +0.39% a 140.32 punti
EUR/USD a 1.2195

Commento tecnico - giovedì 11 gennaio 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3595 punti (-0.40%). Oggi fino nel primo pomeriggio le borse europee erano tranquille e praticamente invariate. Poi é stato pubblicato il protocollo dell'ultima seduta della BCE dove si discute la fine del QE. Gli investitori hanno interpretato le dichiarazioni come una possibilità che la politica monetaria della BCE diventi meno accomodante prima del previsto e hanno immediatamente reagito. I tassi d'interesse sono saliti e le azioni delle banche hanno guadagnato terreno (SX7E +0.66% a 139.77 punti /massimo a 140.58 punti). Anche il cambio EUR/USD ha reagito violentemente tornando decisamente sopra gli 1.20 (EUR/USD a 1.2040) e questo ha avuto conseguenze sull'Eurostoxx50 che ha perso quanto ha guadagnato l'EUR con una sfasatura dovuta al settore finanziario. Insomma - ancora una volta la borsa si é mossa secondo la bacchetta della BCE e ballando secondo gli algoritmi. L'Eurostoxx50 torna tristemente nel range di dicembre e sembra che deve restarci ancora per parecchio tempo anche perché la azioni delle banche devono ora fermarsi - l'indice SX7E ha cozzato contro la resistenza a 140 punti ed é stato respinto verso il basso.

Commento tecnico - mercoledì 10 gennaio 24.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3609 punti (-0.36%).
SX7E +2.54% a 138.86 punti - conseguenza dell'aumento dei tassi d'interesse.
EUR/USD a 1.1960

Commento tecnico - martedì 9 gennaio 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3622 punti (+0.18%). Anche se a fatica l'Eurostoxx50 riesce a superare i massimi di novembre (3600+ punti vale a dire 3614 punti di massimo) e potrebbe nuovamente attaccare il massimo di dicembre a 3708 punti. Gli indicatori mostrano che il trend a corto termine é ancora al rialzo ed esiste spazio verso l'alto. La spinta sembra però indebolirsi - nelle ultime due sedute i progressi sono stati modesti e determinati unicamente dal buon comportamento della borsa americana.
L'indice delle banche SX7E guadagna ancora terreno (+0.50% a 135.42 punti). Vi ricordiamo che la forte resistenza si trova a 140 punti - l'SX7E ha quindi ancora potenziale di rialzo prima di venir bloccato.
Il cambio EUR/USD scivola a 1.1920 - può nei prossimi giorni cadere fino a 1.18 prima di ricominciare a salire.

Commento tecnico - lunedì 8 gennaio 24.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3616 punti (+0.24%).
SX7E +0.25% a 134.75 punti
EUR/USD a 1.1965

Commento tecnico - venerdì 5 gennaio 19.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3607 punti (+1.09%). L'Eurostoxx50 é tornato sul bordo superiore del canale (3600+ punti) che limita i suoi movimenti da metà novembre. Dalla rottura al ribasso di martedì é passato direttamente e senza preavviso in una fase di rialzo che ci ha decisamente sorpresi. Ci aspettavamo che le prime sedute del nuovo anno fossero positive ma decisamente l'esito di quella di martedì ci ha scombussolato. E adesso ? - continuerà il rialzo di corto termine ? Trend ed indicatori ci dicono che questa é la variante più probabile anche se come sapete ci aspettiamo a partire da lunedì l'inizio di una correzione. Vediamo come si presentano i mercati lunedì mattina... La resistenza a 3600+ punti é ancora valida.
L'indice delle banche SX7E (+0.07% a 134.42 punti) oggi zoppica - forse ha semplicemente esagerato ieri.
Il cambio EUR/USD torna come atteso a 1.2035.

Commento tecnico - giovedì 4 gennaio 24.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3568 punti (+1.68%).
SX7E +2.53% a 134.32 punti
EUR/USD a 1.2070

Commento tecnico - mercoledì 3 gennaio 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3509 punti (+0.56%). Il rimbalzo iniziato ieri é proseguito grazie all'indebolimento dell'EUR e al rally di New York - la borsa americana sembra inarrestabile. Non crediamo però che l'Eurostoxx50 debba avere una fase di rialzo - sta solo rimbalzando all'interno del ribasso iniziato a novembre. Dovrebbe domani salire ancora al massimo fino ai 3525 punti e poi continuare la discesa in direzione dell'obiettivo a 3450 punti. L'indice delle banche (SX7E +0.32% a 131.01 punti) reagisce poco.
Il cambio EUR/USD scivola come atteso a 1.2030.

Commento tecnico - martedì 2 gennaio 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3490 punti (-0.39%). Il cambio EUR/USD ha continuato il suo rialzo (1.2050) e come logica conseguenza il calo delle borse europee é proseguito. L'America invece ha salvato le borse europee da un tracollo. L'Eurostoxx50 stamattina é caduto fino a 3469 punti di minimo e poi ha recuperato grazie alla forza della borsa americana. Ora lo spazio verso il basso é aperto fino ai 3469 punti - probabilmente però sarà difficile che l'indice possa scendere nei prossimi giorni decisamente più in basso. La corsa dell'EUR dovrebbe cozzare contro la resistenza a 1.21 e Wall Street sembra voler iniziare l'anno al galoppo. L'Eurostoxx50 é lentamente in ipervenduto e dovrebbe fermare la sua caduta sui 3450 punti e poi recuperare e fare una pausa di distribuzione.
Il settore delle banche (SX7E +0.08% a 130.59 punti) si comporta relativamente bene grazie all'aumento dei tassi d'interesse.
Il cambio EUR/USD lievita a 1.2050 - il massimo oggi é stato a 1.2181 - il cambio ora devrebbe lungamente consolidare prima di poter salire sopra gli 1.21.

Commento tecnico - venerdì 29 dicembre 19.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3504 punti (-0.58%). Pensavamo che prima della fine dell'anno nessuno avrebbe tentato un affondo e che il supporto a 3525 punti avrebbe retto. Ci siamo sbagliati ma si tratta di un peccato veniale visto che avevamo previsto che l'uscita dal canale orizzontale valido da novembre sarebbe avvenuta al ribasso. A corto termine l'Eurostoxx50 dovrebbe continuare a scendere fino a circa 3450 punti. Ne discutiamo però nell'analisi del fine settimana. Meglio non fare previsioni vincolanti e prendere decisioni d'investimento basandosi su questa strana ultima seduta dell'anno con modesti volumi.
L'indice delle banche (SX7E -0.60% a 130.48 punti) si é mosso come il resto del mercato.
Il cambio EUR/USD sale a 1.2020 ed é una delle ragioni per il cedimento dell'Eurostoxx50. Solo se l'EUR continua a rafforzarsi o se finalmente anche Wall Street corregge l'Eurostoxx50 potrà continuare a scendere. 

Commento tecnico - giovedì 28 dicembre 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3524 punti (-0.73%). L'Eurostoxx50 ha perso 26 punti ed é caduto sul supporto a 3525 punti. Siamo sorpresi della tempistica ma non di questa spinta di ribasso che si stava profilando da giorni. Non pensavamo però che l'Eurostoxx50 sarebbe sceso prima della fine dell'anno. La causa ufficiale del calo é la forza dell'EUR. Non ci sembra una ragione sufficente ma non importa. Ora bisogna vedere se la definitiva rottura al ribasso si concretizzerà già domani o se ci sarà ancora un debole rimbalzo tecnico. Noi favoriamo il rimbalzo - questo però é il terzo tentativo di rottura del supporto e normalmente questo é decisivo.
Le banche (SX7E -0.42% a 131.27 punti) perdono terreno ma meno dell'Eurostoxx50 - aiutano sicuramente i tassi d'interesse in ascesa.
Il cambio EUR/USD sale a 1.1950. A settembre il cambio si era fermato intorno agli 1.20 (massimo a 1.2092). Per fine anno un test é probabile - una rottura al rialzo ci sembra ancora inverosimile malgrado che la tendenza sia al rialzo e il nostro target 2018 sia a 1.26.

Commento tecnico - mercoledì 27 dicembre 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3550 punti (-0.09%). Seduta noiosa e senza storia. Per l'analisi tecnica non c'é nulla di nuovo da segnalare. È probabile che questa pausa duri fino all'inizio dell'anno prossimo.
L'indice delle banche SX7E (-0.56% a 131.82 punti) scivola verso il basso con scarsi volumi.
Il cambio EUR/USD lievita a 1.1900. La tendenza di fondo resta al rialzo. Per il 2018 abbiamo un obiettivo indicativo a 1.26.

Commento tecnico - venerdì 22 dicembre 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3553 punti (-0.49%).
SX7E -1.06% a 132.56 punti
EUR/USD a 1.1865

Commento tecnico - giovedì 21 dicembre 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3570 punti (+0.51%). Stamattina l'Eurostoxx50 ha aperto in calo. I venditori si sono però subito ritirati e l'indice é risalito anche grazie al buon comportamento della borsa americana. L'indice come atteso sembra volersi pacificamente sistemare nel range 3525 - 3600+ punti. Manca pressione di vendita e mancano argomenti per salire più in alto. Fino a fine anno non ci aspettiamo cambiamenti. 
Il settore delle banche (SX7E +0.91% a 133.98 punti) oggi ha mostrato una buona reazione anche grazie ad un ulteriore aumento dei tassi d'interesse.
Il cambio EUR/USD si assesta a 1.1870. Il grafico é costruttivo ma manca il momentum per risalire nel settore 1.20-1.21. Vi ricordiamo che il massimo annuale a 1.2092 risale al mese di settembre.

Commento tecnico - mercoledì 20 dicembre 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3552 punti (-0.83%). L'Eurostoxx50 ha avuto un'altra seduta negativa. I venditori hanno controllato gli avvenimenti per tutta la giornata e stasera l'indice chiude vicino al minimo con una perdita di 30 punti. La pressione di vendita é modesta e quindi prevediamo che l'Eurostoxx50 si stabilizzerà sopra i 3525 punti muovendosi poi in laterale fino alla fine dell'anno. Oggi le banche (SX7E -0.61% a 132.77 punti) hanno partecipato al movimento malgrado tassi d'interesse in ascesa.
Il cambio EUR/USD si impenna a 1.1880. La riforma fiscale in America farà aumentare il deficit dello Stato e questo indebolisce l'USD.

Commento tecnico - martedì 19 dicembre 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3582 punti (-0.75%). Oggi l'Eurostoxx50 ha perso 18 punti - ha terminato la seduta sul minimo e nuovamente sotto i 3600 punti. Come temevamo la rottura al rialzo di ieri si é rivelata falsa e rimane valido il canale laterale tra i 3525 ed i 3600 punti. Fallito il rialzo é possibile che ora l'Eurostoxx50 torni sul bordo inferiore del canale. In linea di massima però dovrebbe oscillare in laterale fino a fine anno.
L'indice delle banche SX7E (+0.08% a 133.58 punti) si comporta relativamente bene come conseguenza di un aumento dei tassi d'interesse. Questi mercati reagiscono veramente in maniera meccanica e un pò stupida.
Il cambio EUR/USD risale a 1.1820.

Commento tecnico - lunedì 18 dicembre 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3609 punti (+1.37%). Stamattina alle 10.00 l'Eurostoxx50 era già a 3600 punti. Evidentemente gli europei hanno finalmente deciso di seguire gli americani. Dopo questo balzo però é successo poco. L'indice é oscillato intorno ai 3600 punti, ha toccato un massimo a 3613 punti e ha chiuso poco sotto a 3609 punti. Formalmente questa é una rottura al rialzo - quella di stasera é la migliore chiusura da metà novembre e l'Eurostoxx50 é rimasto sopra i 3600 punti. La rottura é però ancora marginale e ci vuole una continuazione domani per poter parlare di ripresa del rialzo con possibile obiettivo sui 3700 punti per la prima settimana di gennaio del 2018. Il settore delle banche (SX7E +1.07% a 133.47 punti) ha partecipato al movimento senza entusiasmo.
Non siamo ancora convinti che le borse europee vogliano abbandonare l'oscillazione in laterale valida in fondo da metà ottobre.
Seguiamo da vicino l'America poiché la dipendenza dell'Europa da Wall Street é lampante.
Il cambio EUR/USD a 1.18 sale a 1.18.

Commento tecnico - venerdì 15 dicembre 19.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3560 punti (+0.12%). Poco dire su questa seduta caratterizzata dalla scadenza dei derivati di dicembre. L'Eurostoxx50, come atteso, sembra volersi fermare ancora per parecchi giorni tra i 3525 ed i 3600 punti. L'indice delle banche SX7E (-0.46% a 132.06 punti) mostra ancora debolezza relativa ma questo importa poco fino a quando l'indice si muove all'interno del conosciuto range 127-140 punti.
Il cambio EUR/USD é stabile a 1.1775.

Commento tecnico - giovedì 14 dicembre 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3556 punti (-0.71%).
SX7E -0.91% a 132.67 punti
EUR/USD a 1.1780

Commento tecnico - mercoledì 13 dicembre 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3581 punti (-0.52%). Seduta speculare rispetto a ieri - stasera l'Eurostoxx50 chiude sul minimo con una perdita di 29 punti e torna sul livello di lunedì. Come pensavamo la rottura sopra i 3600 punti é fallita. Adesso vediamo se appaiono dei venditori - la seduta di domani della BCE sarà decisiva. Siamo convinti che fino a fine anno non succederà più nulla di importante - almeno questo é il segnale che mandano gli indicatori tecnici ed il grafico.
Il settore delle banche (SX7E -0.87% a 133.89 punti) mostra, per il secondo giorno consecutivo, debolezza relativa. L'indice é senza tendenza nell'ampio range 127-140 punti.
Il cambio EUR/USD torna a 1.1760.

Commento tecnico - martedì 12 dicembre 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3600 punti (+0.51%). L'Eurostoxx50 ha trascorso la giornata fermo intorno ai 3590 punti. Solo stasera, dopo che l'S&P500 é salito su un nuovo record storico, l'Eurostoxx50 ha ritrovato i 3600 punti. Il comportamento del mercato é costruttivo ma come vedete sul grafico l'indice non fa progressi decisivi. L'ipotesi del movimento in laterale fino a fine anno é ancora valida malgrado che l'effetto stagionale parla in favore di un rally di Natale. L'unica variante che ormai possiamo escludere é quella della correzione decisamente sotto i 3525 punti.
Le banche (SX7E +0.32% a 135.07 punti) si sono accodate al resto del mercato.
Il cambio EUR/USD scivola a 1.1720.

Commento tecnico - lunedì 11 dicembre 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3582 punti (-0.26%). Il rally delle banche é durato poco (SX7E -0.24% a 134.74 punti). L'Eurostoxx50 ha fatto un ultimo tentativo di passare i 3600 punti ma é tristemente ridisceso e chiude stasera in perdita e vicino al minimo giornaliero. Pensiamo che possa fermarsi fino a fine anno nel range degli ultimi 30 giorni - per esserne sicuri dobbiamo però ancora aspettare uno o due giorni - forse dovremo pazientare fino a giovedì e la riunione della BCE.
Il cambio EUR/USD torna a 1.18.

Commento tecnico - venerdì 8 dicembre 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3591 punti (+0.51%).
SX7E +2.33% a 135.07 punti
EUR/USD a 1.1775

Commento tecnico - giovedì 7 dicembre 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3573 punti (+0.32%). Un'altra giornata durante la quale l'Eurostoxx50 ha cambiato più volte direzione - alla fine però é rimasto un guadagno di 12 punti che non ci dice molto sulle future intenzioni del mercato. Ormai da circa un mese l'Eurostoxx50 é bloccato su questo livello. Anche il settore finanziario (SX7E +1.34% a 132.00 punti) manda segnali contraddittori. Siamo convnti che la correzione iniziata a novembre non é finita. Probabilmente dovremmo però aspettare nuovi impulsi (forse dall'America?) prima che l'Eurostoxx50 possa sviluppare un'altra consistente spinta di ribasso.
Il cambio EUR/USD si stabilizza a 1.1790.

Commento tecnico - mercoledì 6 dicembre 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3561 punti (-0.25%). Oggi l'Eurostoxx50 ha ripetuto la seduta di ieri. A metà giornata ha toccato un minimo a 3531 punti - poi ha recuperato e ha chiuso sul livello d'apertura con una moderata perdita di 9 punti. la pressione di vendita é debole ma l'indice per saldo scende. L'indice delle banche SX7E perde -1.16% a 130.25 punti - sembra che la debolezza del settore sia in grado di fare scendere i listini europei più in basso - il settore finanziario conduce la correzione.
Il cambio EUR/USD cade a 1.1790 - una logica reazione al calo dei tassi d'interesse - quest'ultimo pesa anche sulle quotazioni delle azioni delle banche - tutto logico dunque...

Commento tecnico - martedì 5 dicembre 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3570 punti (-0.16%). L'Eurostoxx50 é rimbalzato grazie all'impulso positivo proveniente dagli Stati Uniti e alla riforma della legge fiscale. Tecnicamente però non é cambiato molto e l'Eurostoxx50 (e le borse europee in generale) sembra ancora in una correzione non completa che dovrebbe nei prossimi giorni far scendere l'Eurostoxx50 in direzione di un nuovo minimo a 30 giorni. Stamattina l'Eurostoxx50 é ricaduto fino a 3552 punti di minimo e poi é risalito nuovamente grazie all'America. Senza questo sostegno però l'indice sembra aver l'intenzione e la voglia di scendere - stasera malgrado il recupero chiude con una perdita di 6 punti. Le banche (SX7E -0.49% a 131.78 punti) mostrano nuovamente debolezza relativa.
Non vediamo nessun segnale che il rialzo di base debba riprendere - l'alternativa nel corto termine é solo tra un consolidamento sui 3550 punti o una discesa in direzione dei 3400-3450 punti. A queste condizioni é chiaro che é meglio essere prudenti e aspettare.
Il cambio EUR/USD scivola a 1.1820.

Commento tecnico - lunedì 4 dicembre 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3576 punti (+1.38%).
SX7E +1.51% a 132.42 punti
EUR/USD a 1.1850

Commento tecnico - venerdì 1. dicembre 19.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3527 punti (-1.19%). La correzione continua - quella odierna é la peggiore chiusura degli ultimi due mesi. L'Eurostoxx50 é caduto fino ai 3524 punti - il 15 novembre era sceso fino a 3519 punti. Da questo ovvio supporto l'Eurostoxx50 é rimbalzato quasi 50 punti ma stasera é ricaduto. Le banche (SX7E -1.32% a 130.45 punti) si sono comportate alla stessa maniera. Settimana prossima la correzione deve continuare. Non sappiamo se prima ci deve essere una fase di distribuzione sui 3520-3580 di alcuni giorni o se l'Eurostoxx50 cadrà subito sotto il supporto per dirigersi verso i 3400-3450 punti. Discuteremo i vari scenari nell'analisi del fine settimana.
Il cambio ha avuto una giornata volatile ma stasera lo ritroviamo praticamente invariato a 1.1910.

Commento tecnico - giovedì 30 novembre 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3570 punti (-0.56%). I segnali che da giorni mandavano le borse europee sembrano confermati dai fatti. L'Eurostoxx50 continua a correggere mentre la borsa americana si invola - sembrava poco logico ma é quello che sta succedendo. Evidentemente i grandi investitori ritengono che le Corporations americane approfitteranno della riforma fiscale mentre gli europei saranno perdenti. In effetti l'Eurostoxx50 come ieri é salito la mattina ed é caduto la sera chiudendo in perdita di 20 punti e sul minimo giornaliero. Abbandonati i 3600 punti ora é probabile che l'Eurostoxx50 continui a scendere. Anche il volo delle azioni delle banche é stato bruscamente stoppato (SX7E -0.73% a 132.19 punti).
Il cambio EUR/USD lievita a 1.1895 - la riforma fiscale farà esplodere il debito pubblico americano - i tassi d'interesse rimarranno bassi e la moneta rischia un tracollo per perdita di fiducia - questo spiega la debolezza dell'USD malgrado che il differenziale dei tassi d'interesse giochi in favore della moneta americana.

Commento tecnico - mercoledì 29 novembre 24.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3590 punti (+0.18%).
SX7E +1.39% a 133.16 punti

Commento tecnico - martedì 28 novembre 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3583 punti (+0.55%). L'Eurostoxx50 oggi non ha continuato la spinta di ribasso di ieri che si é rivelata come sospettavamo evanescente. L'Eurostoxx50 oggi ha recuperato le perdite di ieri e per saldo marcia sul posto. Se la borsa americana continua a salire come stasera é probabile che presto o tardi i ribassisti perdano semplicemente la pazienza e l'Eurostoxx50 si stabilizzerà sui 3600 punti in un trend neutro. L'indice dlele banche SX7E (+0.37% a 131.34 punti) segue l'Eurostoxx50 e non fornisce spunti particolari.
Il cambio EUR/USD scivola a 1.1880 - sembre evidente che esiste una certa correlazione inversa tra cambio e borsa.

Commento tecnico - lunedì 27 novembre 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3564 punti (-0.66%). Avevamo previsto che all'inizio di questa settimana doveva continuare la correzione di settembre e l'Eurostoxx50 doveva scendere - dovremmo quindi essere soddisfatti che stasera l'Eurostoxx50 chiude sul minimo giornaliero e con una perdita di 25 punti. A dire il vero però il comportamento dell'Eurostoxx50 durante la giornata non ci ha convinto. Alle 17.10 l'indice era ancora in pari ed é caduto solo sul finale. Inoltre si é mosso nel range delle precedenti sedute senza dare un chiaro segnale di voler accelerare al ribasso. Per confermare l'ipotesi della correzione l'Eurostoxx50 domani deve semplicemente continuare a scendere. Il settore della banche (SX7E -0.78% a 130.85 punti) si é mosso in cima al plotone ma "tira" la corsa.
Il cambio EUR/USD a 1.1920 é rimasto tranquillo su questo livello per tutta la giornata.

Commento tecnico - venerdì 24 novembre 19.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3581 punti (+0.26%). L'Eurostoxx50 ha toccato un massimo a 3601 punti ma in linea di massima si é mosso nel range delle precedenti tre sedute. Con l'ulteriore guadagno odierno il grafico ridiventa costruttivo e la continuazione della correzione é in dubbio anche perché le banche (SX7E +1.00% a 131.88 punti) non collaborano. A corto termine i 3600 punti sono resistenza. Se l'Eurostoxx50, come pensiamo, resta sotto questo livello, deve ricominciare a scendere e correggere.
Il cambio EUR/USD balza a 1.1935. Siamo di base rialzisti sul cambio EUR/USD ma questa salita non ce la spieghiamo. Il massimo annuale é a 1.2092.

Commento tecnico - giovedì 23 novembre 24.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3572 punti (+0.26%).
SX7E +0.21% a 130.58 punti
EUR/USD a 1.1850

Commento tecnico - mercoledì 22 novembre 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3562 punti (-0.47%). L'Eurostoxx50 ha seguito oggi il copione alla perfezione. Stamattina é ancora salito a 3596 punti ma poi ha cambiato direzione e stasera chiude sul minimo con una sensibile perdita. In teoria questo é il giusto comportamento per la ripresa della correzione - domani la discesa deve però continuare.
L'unico aspetto sorprendente é il rimbalzo del settore bancario (SX7E +0.25% a 130.30 punti). Il guadagno é dovuto al rimbalzo delle banche italiane e potrebbe essere un episodio isolato.
Il cambio EUR/USD risale stasera a 1.1785.

Commento tecnico - martedì 21 novembre 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3579 punti (+0.50%). L'Eurostoxx50 ha ripetuto la seduta di ieri. Ha terminato la giornata con un moderato guadagno di 18 punti senza riuscire a chiudere sul massimo. Particolare ancora più interessante e il calo del settore bancario (SX7E -0.47% a 3579 punti). Ora la faccenda comincia veramente a puzzare di bruciato. Domani potrebbe ancora esserci una seduta leggermente positiva ma ci aspettiamo che l'Eurostroxx50 resti decisamente sotto i 3600 punti. Poi dovrebbe ricominciare a scendere. In caso contrario avremo semplicemente un assestamento intorno ai 3600 punti con l'indice che potrebbe restare su questo livello (+/_ 100 punti) fino a fine anno. Stasera la nostra variante più probabile resta però quella della ripresa della correzione al più tardi settimana prossima. Ci aspettiamo un'altra spinta di ribasso in direzione dei 3450 punti.
Il cambio EUR/USD é stabile a 1.1740.

Commento tecnico - lunedì 20 novembre 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3561 punti (+0.39%). Le preoccupanti notizie politiche tedesche hanno provocato oggi sulle borse europee alcuni movimenti inconsulti. In linea di massima però l'Eurostoxx50 si é mosso nel range delle due precedenti sedute e tecnicamente non c'é nulla di nuovo. Anzi, il settore bancario (SX7E -0.21% a 130.59 punti) era ancora debole a conferma dei problemi che affliggono i mercati azionari europei. È possibile che questa settimana l'Eurostoxx50 faccia semplicemente una pausa bloccato dalla borsa americana (difficile che scenda prima di Thanksgiving). Siamo però convinti che la correzione non é finita - stiamo solo assistendo ad un rimbalzo tecnico di modesta portata (max a 3575 punti?).
Il cambio EUR/USD é caduto a 1.1740. Era però già su questo livello stamattina presto - oggi si é fermato.

Commento tecnico - venerdì 17 novembre 19.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3547 punti (-0.49%). Pensavamo che il rimbalzo potesse essere più consistente. Invece oggi l'Eurostoxx50 ha già ricominciato a scendere senza riuscire a salire sopra il massimo di ieri. Questo é un segnale di debolezza che ci preoccupa. È possibile che la correzione possa essere peggio del previsto. Ne riparliamo domenica.
L'indice delle banche SX7E perde il -0.69% a 130.87 punti - niente di speciale ma nei corridoi si ricomincia a parlare dei problemi insoluti del sistema bancario europeo. Vi ricordiamo che un importante e decisivo supporto si trova sui 127 punti.
Il cambio EUR/USD lievita a 1.1795.

Commento tecnico - giovedì 16 novembre 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3560 punti (+0.40%). Come era facilmente prevedibile oggi sul grafico dell'Eurostoxx50 appare finalmente una candela verde. L'indice ha proseguito il rimbalzo dal minimo di ieri ed é salito ancora 15 punti. Strano però che nel pomeriggio sia rimasto immobile mentre l'S&P500 ha guadagnato quasi 20 punti (+0.75%). Un indice che rimbalza debolmente da una situazione di ipervenduto malgrado segnali decisamente positivi normalmente non deve riprendere il rialzo ma scendere più in basso alla prima occasione. Oggi le banche si sono già afflosciate (SX7E +0.17% a 131.78 punti). Pensiamo che questo rimbalzo abbia ancora potenziale - ci aspettiamo un ritorno dell'indice sui 3600 punti. Poi ne riparleremo - probabilmente domenica avremo le idee più chiare.
Il cambio EUR/USD torna a 1.1770 - una logica conseguenza del rialzo della borsa. Logica nel senso che gli algoritmi funzionano normalmente così. Per il resto la correlazione non fa molto senso.

Commento tecnico - mercoledì 15 novembre 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3545 punti (-0.30%). Wow - abbiamo sottovalutato la pressione di vendita - ma non di molto. Oggi l'Eurostoxx50 é ancora caduto fino ai 3519 punti ma su questo livello c'é stata finalmente una rabbiosa reazione e l'indice é tornato stasera a 3545 punti. L'hammer sul grafico suggerisce che probabilmente questa spinta di ribasso é finita. L'indice é ormai ipervenduto - la RSI é a 32.73. Il momentum é però talmente forte che questa non é una garanzia che ora l'Eurostoxx50 deve risalire. Probabilmente si fermerà a vedere cosa combina l'America. Le borse europee erano anche deboli perché il cambio EUR/USD é salito. Oggi il cambio ha toccato un massimo a 1.1860 in concomitanza con il minimo delle borse europee,. Stasera torna a 1.18.
Notiamo il buon comportamento del comparto bancario (SX7E +0.61% a 131.55 punti).

Commento tecnico - martedì 14 novembre 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3556 punti (-0.51%). Oggi l'Eurostoxx50 ha perso altri 22 punti e sul grafico appare un'altra candela rossa - significa che i venditori controllano ancora le operazioni. Il minimo odierno a 3546 punti é però lo stesso di ieri. Manca un minimo discendente e questo rafforza la nostra opinione che questa parte della correzione é terminata. A corto termine l'Eurostoxx50 non dovrebbe scendere più in basso e potrebbe eventualmente rimbalzare una trentina di punti. Questo rimbalzo sarebbe anche favorito da un moderata situazione di ipervenduto. Dopo però é probabile che il calo continui.
L'indice delle banche SX7E (-0.83% a 130.75 punti) oggi ha mostrato debolezza relativa e ha trascinato l'indice verso il basso. L'effetto non é marcato me se le banche cominciano a cedere terreno é possibile che nelle prossime settimane l'Eurostoxx50 debba cadere ancora di un centinaio di punti.
Il cambio EUR/USD ritorna sopra gli 1.17 a 1.1765. La MM a 50 giorni é a 1.1790. Se il cambio trova la forza di salire sopra questo livello la tendenza di fondo torna al rialzo.

Commento tecnico - lunedì 13 novembre 24.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3578 punti (-0.43%). Oggi l'Eurostoxx50 ha continuato a scendere e con nostra sorpresa non si é fermato sulla fascia di supporto a 3580-3600 punti ma é caduto fino ai 3546 punti prima di rimbalzare una trentina di punti e chiudere. La debolezza odierna apre la strada verso il basso e ci dice che esiste più pressione di vendita di quanto pensavamo. Probabilmente la sottovalutazione dipende dai segnali che riceviamo dall'America che sembra ancora solida e lontana da una correzione. Questa spinta di ribasso sembra conclusa e ora ci dovrebbe essere una pausa intorno ai 3580 punti. La RSI é scesa a 37.84 punti e lentamente si avvicina una situazione di ipervenduto. L'indice delle banche (SX7E -0.39% a 131.84) si comporta in maniera neutrale.
Riassumendo questa correzione minore (o prima spinta di ribasso) sembra finita ma non pensiamo che l'Eurostoxx50 possa riprendere il rialzo. È possibile che la correzione continui appena anche in America cominceranno le prese di beneficio.
Il cambio EUR/USD é fermo a 1.1670.

Commento tecnico - venerdì 10 novembre 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3593 punti (-0.52%).
SX7E +0.23% a 132.35 punti
EUR/USD a 1.1667

Commento tecnico - giovedì 9 novembre 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3612 punti (-1.16%). Da due giorni prevedavamo una correzione minore con obiettivo a 3600-3620 punti. Oggi finalmente l'Eurostoxx50 é partito decisamente al ribasso e la correzione é in pieno svolgimento. Stasera l'Eurostoxx50 chiude sul minimo e con una forte perdita di 43 punti. È molto probabile che la caduta debba continuare. La RSI é però già scesa a 46.10 punti e quindi se non sta succedendo qualcosa di strano é probabile che si tratti solo di una correzione minore che si esaurirà sull'obiettivo o poco più in basso (3580 punti ?). Oggi il settore bancario (SX7E -0.21% a 132.05 punti) si comporta relativamente bene e questo conferma l'impressione che la borsa deve correggere ma non iniziare un sostanziale ribasso.
Molto però dipende dall'America che oggi si é unita alla caduta delle borse europee.
Il cambio EUR/USD risale a 1.1640.

Commento tecnico - mercoledì 8 novembre 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3655 punti (-0.10%). Oggi l'Eurostoxx50 non ha combinato nulla di importante. L'indice é oscillato tra i 3642 ed i 3667 punti ed ha chiuso in mezzo al range praticamente invariato. L'indice non é però rimbalzato dopo la perdita di ieri e la candela sul grafico é nuovamente rossa - questo favorisce l'ipotesi della correzione minore in direzione dei 3600-3620 punti. Se l'America collaborasse l'indice potrebbe anche scendere decisamente più in basso.
L'indice delle banche SX7E (-0.10% a 132.33 punti) oggi si é mosso con il plotone.
Il cambio EUR/USD (1.1590) rimane a ridosso degli 1.16.

Commento tecnico - martedì 7 novembre 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3658 punti (-0.64%). Basta guardare velocemente il grafico per rendersi conto che oggi é successo qualcosa. Per le prima volta da settembre appare una lunga candela rossa sul grafico che potrebbe significare che per il momento il rialzo é finito. Stasera l'Eurostoxx50 chiude sul minimo giornaliero e con un'importante perdita di 24 punti. In percentuale é poco ma considerando che da tempo non si vedeva una seduta negativa di questo tipo (apertura in positivo, caduta di 39 punti dal massimo, chiusura sul minimo, volumi in aumento) é evidente che i ribassisti vedono finalmente una possibilità di correzione.
L'indice delle banche SX7E (-0.13% a 132.46 punti) oggi si é comportato relativamente bene. Questo ci fa pensare che il mercato azionario non ha un problema grave. Probabilmente deve solo assorbire gli eccessi e l'Eurostoxx50 deve ridiscendere sui 3600-3620 punti per ritrovare terreno solido.
Il cambio EUR/USD é sceso a 1.1585. Abbiamo segnali contraddittori - il supporto intermedio a 1.16 sembra rotto. Il cambio é però risalito da un minimo a 1.1555 e non sembra voler cedere facilmente.

Commento tecnico - lunedì 6 novembre 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3682 punti (-0.21%). L'Eurostoxx50 ha ripetuto il comportamento delle due precedenti sedute - oggi ha perso 8 punti ma questo calo sembra insignificante. Considerando la persistente debolezza del settore bancario (SX7E -0.95% a 132.63 punti) l'Eurostoxx50 regge molto bene e da l'impressione di voler consolidare ad alto livello prima di continuare a salire. In ogni caso, in mancanza di segnali di vendita, questo é lo scenario più probabile confermato dai modesti volumi di titoli trattati nelle sedute di calo come quella odierna.
Il cambio EUR/USD é caduto fino a 1.1580 ma risale stasera a 1.1605 - il supporto a 1.16 sembra voler reggere e la rottura di oggi sembra un tipico test con una falsa rottura al ribasso.

Commento tecnico - venerdì 3 novembre 19.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3690 punti (+0.03%). L'Eurostoxx50 si é mosso nel range delle due precedenti sedute e termina la seduta invariato. Da due giorni marcia sul posto e sembra consolidare. Il trend é al rialzo. Ci preoccupa unicamente il settore bancario (SX7E -1.46% a 133.90 punti). Questa divergenza deve risolversi a breve - temiamo che sarà la finanza a bloccare il rialzo dell'Eurostoxx50 ed imporre una correzione.
Il cambio EUR/USD ricade a 1.1610 - defende a fatica il supporto a 1.16

Commento tecnico - giovedì 2 novembre 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3688 punti (-0.23%). Oggi l'Eurostoxx50 ha svolto una tipica seduta di consolidamento che gli ha permesso di assorbire parte dell'eccesso accumulato ieri. L'indice si é mosso nel range di ieri con volumi in calo. Non vediamo nessun segnale di correzione e quindi bisogna partire dal principio che dopo una pausa l'Eurostoxx50 possa fare ulteriori progressi. Ci domandiamo però da dove potrebbero provenire gli ulteriori stimoli visto che le notizie più attese sono ormai conosciute. Forse ci sarà un'altra lunga pausa come ad ottobre...
Il cambio EUR/USD é stabile a 1.1660 - si é formato un supporto intermedio a 1.16 che sembra reggere. Non c'é un trend ribassista a corto termine. il cambio é caduto 1 cts a causa dell'annuncio di Mario Draghi di voler mantenere una politica monetaria molto espansiva. Poi però si é stabilizzato - se torna sopra gli 1.17 il segnale di vendita fornito dalla rottura della neckline della testa e spalle ribassista viene annullato. La riforma fiscale americana rischia di scavare una voragine nel debito pubblico e questo indebolisce l'USD.

Commento tecnico - mercoledì 1. novembre 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3697 punti (+0.64%). L'Eurostoxx50 ha toccato un nuovo massimo annuale a 3708 punti e chiude stasera poco sotto a 3697 punti con un guadagno di 25 punti. Il rialzo dell'Eurostoxx50 é regolare anche se un pò esagerato - le ultime 4 candele sul grafico si appoggiano sul bordo superiore delle Bollinger Bands. La RSI é a 77.01 punti - sono valori alti ma non estremi e "impossibili" come quelli del DAX. C'é qualcosa che non combacia - in due sedute l'Eurostoxx50 ha guadagnato il +1% circa - il DAX é balzato del +1.78%. Differenza a parte la tendenza di fondo é chiaramente al rialzo e fino a quando l'indice resta sopra i 3610 punti sta solo consolidando.
Anche oggi il settore bancario ha frenato il listino (SX7E +0.01% a 135.66 punti). Vedremo se il SX7E seguirà e riuscirà nei prossimi giorni a passare la forte resistenza a 140 punti e se invece saranno le banche a obbligare l'Eurostoxx50 a correggere. Non osiamo scommettere sulla seconda variante.
Il cambio EUR/USD é relativamente stabile a 1.1625.

Commento tecnico - martedì 31 ottobre 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3674 punti (+0.32%). L'Eurostoxx50 ha toccato un nuovo massimo annuale marginale a 3677 punti e ha chiuso poco sotto a 3674 punti. Il guadagno di 12 punti é modesto ma l'indice continua a salire e la tendenza dominante é chiaramente al rialzo con una solida serie di candele sul grafico con minimo e massimo ascendenti. Come il DAX anche l'Eurostoxx50 non sembra farsi distrurbare dall'ipercomperato.
L'indice delle banche SX7E perde il -0.64% a 135.64 punti. L'Eurostoxx50 sale malgrado la debolezza del settore bancario e questo é un segnale di forza.
Il cambio EUR/USD lievita a 1.1655 - sarà interessante osservare se riesce a tornare sopra gli 1.17 smorzando gli entusiasmi dei ribassisti.

Commento tecnico - lunedì 30 ottobre 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3662 punti (+0.27%). La situazione politica in Spagna sta tornando lentamente nella normalità e oggi la borsa spagnola (IBEX +2.44%) ha reagito con un balzo di gioia. Questo ha permesso all'Eurostoxx50 di guadagnare 10 punti. L'Eurostoxx50 ha svolto però una seduta in trading range senza riuscire a migliorare il massimo annuale di venerdì. Poco importa - l'Eurostoxxx50 ha guadagnato terreno e non ritraccia malgrado l'ipercomperato. Questo significa che la spinta di rialzo é ancora forte e che bisogna prevedere a breve ulteriori nuovi massimi annuali marginali. Esistono costantemente le premesse per una correzione minore - é però evidente che gli investitori non vogliono usare questa opportunità. Senza uno schock in grado di fargli cambiare opinione continueranno a comperare ogni minimo ritracciamento visto che non hanno alternative e la liquidità é ancora abbondante e a buon prezzo.
Il cambio EUR/USD si stabilizza sopra gli 1.16 - stasera é a 1.1630.

Commento tecnico - venerdì 27 ottobre 19.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3652 punti (+0.41%). L'Eurostoxx50 ha toccato un nuovo massimo annuale a 3670 punti. Poi ha dovuto cedere parte di questi guadagni. La Catalogna ha dichiarato l'Indipendenza e Madrid intende spodestare il governo e mettere la regione sotto amministrazione controllata - politicamente siamo sull'orlo di una guerra civile - speriamo che questo non sfoci in scontri tra manifestanti.
La borsa spagnola (IBEX) perde il -1.45% e il settore delle banche é in calo (SX7E -1.13%) - é sorprendente e un segnale di forza che l'Eurostoxx50 sia riuscito a guadagnare ancora 12 punti. Il rialzo continua e non si vede la fine.
Il cambio EUR/USD scende a 1.1580. Dopo la rottura ieri sera sotto gli 1.17 le vendite sono continuate. La crisi spagnola indebolisce ulteriormente l'EUR.

Commento tecnico - giovedì 26 ottobre 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3640 punti (+1.42%). Stamattina l'Eurostoxx50 é tranquillamente lievitato fino ai 3605 punti dove é rimasto in attesa delle decisioni della BCE. La BCE lascia invariati i tassi d'interesse e come atteso riduce il QE da 60 a 30 miliardi di EUR al mese. Mario Draghi ha però fatto capire di voler mantenere la politica monetaria estremamente espansiva ancora per parecchio tempo. Non ha intenzione di fare marcia indietro - eventualmente é pronto a schiacciare nuovamente l'acceleratore. Questo atteggiamento molto accomodante ha entusiasmato gli investitori e ha fatto decollare i mercati azionari che chiudono stasera con forti guadagni e sul massimo giornaliero. Questa impennata é avvenuta malgrado che l'S&P500 americano sia rimasto fermo. Le borse europee hanno approfittato inoltre del calo dell'EUR (EUR/USD a 1.17, ca. -1%) che provoca una matematica sovraperformance dell'1% rispetto all'America e di notizie dalla Catalogna dove gli indipendentisti sembrano in difficoltà e obbligati a piegarsi al volere di Madrid.
L'indice delle banche SX7E guadagna il +1.15% a 137.08 punti - le azioni delle banche vengono frenate dal calo dei tassi d'interesse.
L'Eurostoxx50 sembra riprendere il rialzo dopo un lungo consolidamento senza correzioni - il prossimo obiettivo é il massimo annuale a 3666 punti.
Il cambio EUR/USD é sceso fino a 1.1689 ma recupera stasera a 1.17. Il supporto traballa ma finora regge. 

Commento tecnico - mercoledì 25 ottobre 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3591 punti (-0.53%). L'Eurostoxx50 perde oggi 21 punti e termina la seduta sul minimo giornaliero e decisamente sotto i 3600 punti. Probabilmente é iniziata una correzione minore - la consistente candela rossa sul grafico e la discesa della RSI suggeriscono che si prepara una rottura al ribasso malgrado che l'Eurostoxx50 sia ancora nel range mensile. Strano che questo cedimento avviene proprio alla vigilia del comunicato della BCE riguardante il futuro del QE e della politica monetaria. La caduta é stata provocata dall'America - bisogna quindi analizzare l'S&P500 per vedere cosa succederà nei prossimi giorni - ne riparliamo domani mattina.
L'indice delle banche SX7E (-0.66% a 135.52 punti) non ha un comportamento particolare.
Il cambio EUR/USD sale a 1.1810. Il consolidamento sopra gli 1.17 e intorno agli 1.18 continua.

Commento tecnico - martedì 24 ottobre 24.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3610 punti (+0.05%).
SX7E +1.31% a 135.98 punti
EUR/USD a 1.1760

Commento tecnico - lunedì 23 ottobre 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3608 punti (+0.10%). Anche oggi l'Eurostoxx50 si é fermato tra i 3600 ed i 3610 punti. È oscillato in 28 punti intorno a questo livello e chiude stasera al centro del range e praticamente invariato. Il doji sul grafico significa pausa e incertezza e non possiamo che concordare. Senza ulteriori stimoli questo mercato non va da nessuna parte. Questi possono arrivare dalla seduta della BCE di giovedì o dalla borsa di New York (in senso negativo visto che l'Europa non segue più l'S&P500 al rialzo).
L'indice delle banche SX7E scende a 134.22 punti (-0.75%) - probabilmente il balzo di venerdì era casuale e oggi é stato compensato.
Il cambio EUR/USD scivola a 1.1755 - resta ampiamente sopra il supporto a 1.17 senza accennare nessun tentativo di rottura.

Commento tecnico - venerdì 20 ottobre 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3605 punti (+0.08%). Si può dare la colpa alla Spagna ma non importa - nelle ultime due sedute le borse europee si sono fatte nettamente distanziare da quella americana e la normale correlazione é venuta a cadere. Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso invariato - in teoria una seduta che non ci dice nulla di nuovo. In pratica nasce il dubbio che l'Europa abbia un problema e che il rialzo sia bloccato. Finora questa pausa sembra un consolidamento visto che lipercomperato viene compensato con un'oscillazione sui 3600-3610 punti. Ora però sarebbe ora che l'Eurostoxx50 ricominci a muoversi. Le corpose candele bianche sul grafico dell'S&P500 contrastano con le candele rosse sul grafico dell'Eurostoxx50.
L'indice delle banche SX7E ha fatto un balzo del +1.00% a 135.23 punti probabilmente come conseguenza del balzo dei tassi d'interesse sull'EUR. Queste reazioni meccaniche provocate dagli algoritmi ci lasciano attoniti.
Il cambio EUR/USD ricade a 1.1785.

Commento tecnico - giovedì 19 ottobre 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3602 punti (-0.49%). Stamattina alle 10.00 scadeva l'ultimatum del governo spagnolo alla Catalogna. Gli investitori, innervositi, hanno venduto e fino alle 10.00 l'indice é caduto su un minimo intermedio a 3592 punti. La risposta da Barcellona é arrivata ma é poco chiara. C'é stato un rimbalzo e poi nel pomeriggio l'Eurostoxx50 é caduto su un minimo giornaliero a 3586 punti. Da qui ha recuperato e stasera contiene le perdite. L'indice ha perso 18 punti ma chiude lontano dal minimo giornaliero e di nuovo nel range 3600-3610 punti. Non c'é ancora un segnale di vendita. I rialzisti sembrano aver respinto senza problemi questo attacco dei ribassisti. La situazione tecnica é invariato - il rialzo é ancora la tendenza dominante e ora che l'ipercomperato é sparito si riapre teoricamente la strada verso l'alto. In pratica é da inizio mese che l'indice non fa progressi.
Anche l'indice delle banche SX7E (-0.76% a 133.89 punti) ha contenuto le perdite.
Il cambio EUR/USD sale a 1.1840.

Commento tecnico - mercoledì 18 ottobre 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3620 punti (+0.30%). L'Eurostoxx50 ha toccato un nuovo massimo mensile a 3625 punti e si avvicina al massimo annuale e resistenza a 3666 punti. Il rialzo continua e L'Eurostoxx50 torna in ipercomperato (RSI a 70.02 punti). Questo significa da una parte che il consolidamento é finito e l'indice ricomincia a salire. D'altra parte farà fatica a fare ulteriori progressi e resta esposto in qualsiasi istante ad una correzione minore.
Oggi il balzo dell'Eurostoxx50 é da imputare al buon comportamento del settore bancario (Sx7E +0.75% a 134.91 punti) - in parte questa é una conseguenza di un'impennata dei tassi d'interesse - in parte si tratta di una normale rotazione tra settori.
Stasera il cambio EUR/USD ha ricominciato a salire e si trova di nuovo a 1.1790.

Commento tecnico - martedì 17 ottobre 19.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3607 punti (+0.04%).  Anche oggi l'Eurostoxx50 si é mosso in soli 21 punti ed ha chiuso invariato tra i 3600 ed i 3610 punti. I piccoli doji paralleli sul grafico si moltiplicano e confermano che il mercato é bloccato in quello che il calcolo delle probabilità qualifica come consolidamento. L'analisi tecnica non ci fornisce argomenti per un commento. Notiamo unicamente il lieve rimbalzo del settore delle banche (SX7E +0.26% a 133.81 punti).
Il cambio EUR/USD scende a 1.1755. Il grafico si incupisce con un massimo discendente e una testa e spalle ribassista. Per la prima volta da tempo non siamo più convinti rialzisti. La MM a 50 giorni é ormai in orizzontale e il consolidamento sugli 1.18 potrebbe trasformarsi in una correzione in direzione di 1.12-1.13. Decisivo é il supporto a 1.17. Posizioni long devono essere assicurate con uno stop loss poco sotto (1.1650).

Commento tecnico - lunedì 16 ottobre 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3606 punti (+0.05%). Come mostra il minuscolo doji sul grafico oggi il mercato é rimasto fermo e apatico. L'Eurostoxx50 si é mosso in soli 13 punti e ha chiuso praticamente invariato e in mezzo al range giornaliero. L'indice resta incollato ai 3600-3610 punti. La tendenza di fondo é al rialzo e l'ipercomperato é stato assorbito con un consolidamento. In teoria nei prossimi giorni l'Eurostox50 dovrebbe ricominciare a salire - svanito il momentum esistono però anche le premesse per un'inversione di tendenza che potrebbe essere innescato dal debole settore bancario (SX7E -0.15% a 133.46).
Attenzione però che sarà la borsa americana a decidere in quale direzione si svilupperà sarà il prossimo significativo impulso.
Il cambio EUR/USD scivola a 1.1810 - era già qui stamattina e durante la giornata é unicamente oscillato in una ventina di bps.

Commento tecnico - venerdì 13 ottobre 24.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3604 punti (-0.03%). Il grafico dell'Eurostoxx50 si sta appiattendo come l'elettrocardiogramma di un cuore che non batte più. Anche oggi l'Eurostoxx50 non si é mosso. Il settore bancario continua a perdere terreno (SX7E -0.76% a 133.66 punti) ma questo non basta a destabilizzare la borsa anche perché nessuno ne parla e considera questo calo come un segnale di pericolo. La pausa di questa settimana sui 3600-3610 punti ha avuto il vantaggio di diminuire l'ipercomperato - la RSI é scesa a 66.29 punti. La tendenza d fondo resta debolmente ma stabilmente al rialzo. Non appaiono divergenze abbastanza forti da spingerci a prevedere un ribasso.
Il cambio EUR/USD si ferma a 1.1840 dopo una giornata volatile. Il consolidamento all'interno del rialzo di medio termine continua.

Commento tecnico - giovedì 12 ottobre 19.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3605 punti (-0.05%). Oggi l'Eurostoxx50 non si é mosso. Ha aperto e chiuso sullo stesso livello ed é oscillato in soli 13 punti - una noia. L'unico aspetto interessante é il rinnovato cedimento del settore bancario (SX7E -0.61% a 134.68 punti) - la debolezza delle banche però non ha al momento conseguenze negative sui listini europei.
La pausa dell'Eurostoxx50 sui 3600-3610 punti continua - sembra un consolidamento - la variante più probabile é che l'indice ricominci  a salire appena avrà assorbito l'ipercomperato e soprattutto l'eccesso di rialzo.
Il cambio EUR/USD é stabile a 1.1840.

Commento tecnico - mercoledì 11 ottobre 24.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3607 punti (+0.24%). Un'altra giornata durante la quale l'Eurostoxx50 non é andato da nessuna parte. L'indice si é mosso in soli 17 punti - grazie alla diminuzione dela tensione politica in Spagna ha aperto sul massimo, é scivolato fino alle 14.00 sul minimo a 3591 punti ed ha recuperato nel tardo pomeriggio seguendo il buon esempio di New York. L'indice delle banche SX7E (+0.59% a 135.50 punti) ha fatto la sua parte. L'Eurostoxx50 é bloccato intorno ai 3610 punti in quello che sembra un consolidamento all'interno di un rialzo - l'indice non mostra l'intenzione di voler correggere e gli indicatori non mostrano nulla di speciale.
Il cambio EUR/USD sale a 1.1860.

Commento tecnico - martedì 10 ottobre 24.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3598 punti (-0.32%). Si temeva che in serata la Catalogna potesse dichiarare l'Indipendenza dalla Spagna - questo rischio di instabilità politica ha provocato oggi alcune vendite. L'Eurostoxx50 é ricaduto sotto i 3600 punti - ha perso  11 punti e ha chiuso al centro del range giornaliero. La modesta perdita e la chiusura lontana dal minimo ci dicono che la pressione di vendita é modesta e non c'é da preoccuparsi. Una correzione minore é possibile - un forte calo sembra al momento da escludere. Il mercato sembra consolidare e non voler cambiare tendenza.
L'unica fonte di insicurezza é la debolezza del settore bancario (-1.08% a 134.71 punti). Ne abbiamo già parlato negli scorsi giorni....
Il cambio EUR/USD sale a 1.1815 - strano che l'EUR si rafforzi in una situazione di incertezza politica in Europa - questo comportamento però rispetta l'esito dell'analisi tecnica.

Commento tecnico - lunedì 9 ottobre 19.00

Lunedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3610 punti (+0.20%). L'Eurostoxx50 ha toccato un nuovo massimo annuale a 3618 punti. Dopo però é tornato sui suoi passi e ha chiuso poco sotto il livello raggiunto lunedì scorso. Questo comportamento sembra confermare la pausa sui 3600 punti per assorbire l'ipercomperato. Per il momento sembra che la pausa non voglia trasformarsi in ritracciamento o correzione. Con il calo del momentum é però probabile che ci siano in seguito prese di beneficio e che indicatori come il MACD forniscano segnali di vendita.
L'indice delle banche SX7E perde ancora terreno (-0.37% a 136.18 punti) - senza finanza l'Eurostoxx50 non sale.
Un'indice bloccato in ipercomperato difficilmente sta fermo - se non riesce a salire rischia di scendere...
Il cambio EUR/USD risale a 1.1745.

Commento tecnico - venerdì 6 ottobre 19.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3603 punti (-0.28%). Stamattina l'Eurostoxx50 ha toccato un nuovo massimo annuale marginale a 3514 punti - per questa settimana é stato il canto del cigno - l'indice sembra in stallo sui 3600 punti. È almeno evidente che ora ha intenzione di fare una pausa per assorbire l'ipercomperato. È troppo presto per dire se sta partendo una correzione. Non abbiamo in questo senso segnali particolari o divergenze. Il settore delle banche SX7E (-0.23% a 136.79 punti) é ancora in calo dopo il rimbalzo di ieri. La performance settimanale é negativa - il trend a medio termine é neutro. Senza banche non si va da nessuna parte.
Il cambio EUR/USD (1.1730) difende a fatica il supporto a 1.17 - il supporto però finora regge.

Commento tecnico - giovedì 5 ottobre 24.00

Giovedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3613 punti (+0.52%).
SX7E +1.59% a 137.01 punti
EUR/USD a 1.1710

Commento tecnico - mercoledì 4 ottobre 19.00

Mercoledì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3594 punti (-0.30%). In Europa c'é un problema. La crisi politica spagnola ha provocato per il terzo giorno consecutivo una caduta della borsa (IBEX -2.85%). La preccupazione sulla stabilità del Paese si sta diffondendo. Oggi ha toccato anche le borse mediterranee e il settore bancario (SX7E -2.15% a 134.86). Per il momento solo la borsa tedesca riesce ancora a salire ma il rialzo é ormai agli sgoccioli considerando gli eccessi. Ora si tratta di capire se i settori deboli e in calo trascineranno verso il basso tutto il listino e se invece c'é una rapida stabilizzazione. Oggi l'Europa é geograficamente divisa in due - questo effetto non può durare. Le probabilità di una sensibile correzione sono stasera in forte aumento malgrado che la perdita odierna di 9 punti é ancora insignificante.
Il cambio EUR/USD é stabile a 1.1760. Malgrado le tensioni in Europa l'EUR non cede. 

Commento tecnico - martedì 3 ottobre 24.00

Martedì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3605 punti (+0.30%). Oggi l'Eurostoxx50 ha aperto e chiuso sullo stesso livello. Dopo la buona apertura, provocata dal nuovo massimo storico dell'S&P500 di ieri sera, non é successo più nulla. L'indice delle banche SX7E (+0.12% a 137.82 punti) ha seguito il resto del mercato.
Da un punto di vista tecnico non c'é nulla di nuovo. Il doji sul grafico suggerisce pausa ed indecisione ma non fornisce indicazioni su quello che potrebbe succedere nei prossimi giorni.

Commento tecnico - venerdì 2 ottobre 19.00

Venerdì l'Eurostoxx50 ha chiuso a 3602 punti (+0.22%). Oggi l'Eurostoxx50 é stato frenato dalla caduta dela borsa spagnola (IBEX -1.21%) e dalla frenata del settore bancario (SX7E -0.52% a 137.66 punti). Per fortuna - se no sarebbe già andato a caccia del massimo annuale di maggio a 3666 punti. Le borse europee sembrano conoscere solo una direzione - il rialzo é forte e costante e sfida l'ipercomperato. Verso metà settimana finirà la spinta fornita dai tradizionali acquisti di inizio mese. Poi vedremo se si delinea un massimo e una correzione oppure no. Per ora preferiamo evitare ipotesi senza validi elementi tecnici a sostegno.
Il cambio EUR/USD scivola a 1.1745. Il supporto a 1.17 regge.

Supporto intermedio:

Supporto decisivo:

Resistenza intermedia:

Resistenza decisiva: 

Posizione dell'investitore:
                        

Posizione del trader:
                                                   

Passa a: DAX /FTSE MIB / SMI / S&P500 / Nasdaq100  

 

ARCHIVIO